Economia
Sesto Fiorentino

Cartonificio Fiorentino, dipendenti dell’ufficio vendita trasferiti ad Altopascio. Madau: “Subito spiegazioni in sede di tavolo di crisi”

Da oggi pomeriggio i lavoratori sono in sciopero riuniti in presidio fuori dallo stabilimento fino al termine della giornata lavorativa.

Cartonificio Fiorentino, dipendenti dell’ufficio vendita trasferiti ad Altopascio. Madau: “Subito spiegazioni in sede di tavolo di crisi”
Economia Piana Fiorentina, 18 Febbraio 2022 ore 16:42

Cartonificio Fiorentino, dipendenti dell’ufficio vendita trasferiti ad Altopascio Madau: “Subito spiegazioni in sede di tavolo di crisi”

Stamani il direttore generale del Cartonificio fiorentino che ha sede a Sesto Fiorentino ha riunito gli operatori commerciali comunicando di fatto la chiusura dell’ ufficio commerciale a Sesto e il  trasferimento ad Altopascio, questo senza né consultare, né avvisare la RSU e le OO.SS.

“Questo è l’inizio della fine del nostro stabilimento - spiegano dall Rsu del Cartonificio - in spregio ad ogni confronto democratico e costruttivo, in perfetto stile arrogante e sprezzante del confronto del direttore generale della proprietà e dei galoppini interni, non accettiamo un simile atteggiamento, non siamo numeri”.

Da oggi pomeriggio i lavoratori sono in sciopero riuniti in presidio fuori dallo stabilimento fino al termine della giornata lavorativa.

Il duro commento dell’assessore Madau

“Le notizie che apprendiamo dalle organizzazioni sindacali sono gravissime - ha commentato l’assessore al lavoro Jacopo Madau - Ci auguriamo che possano essere smentite quanto prima dalla proprietà aziendale perchè, se confermate, denoterebbero una totale mancanza di correttezza e serietà.
È ancora aperto il tavolo di crisi con il Comune e la Regione per supportare l'azienda nella ricerca di una nuova localizzazione per il sito produttivo nel nostro territorio.

Ad oggi non ci risultano riscontri rispetto alle proposte avanzate dalla Regione di concerto col Comune nel mese di dicembre. Proprio per questo, se confermata, la decisione della proprietà di spostare ad Altopascio l’ufficio commerciale sarebbe un fatto sconcertante, anche per la totale assenza del necessario e doveroso coinvolgimento dei lavoratori e, alla luce dei rapporti in corso, delle istituzioni. Chiederemo la convocazione immediata del tavolo di crisi per ascoltare e ricevere spiegazioni dalla proprietà.

Intanto, siamo vicini ai lavoratori, ai quali confermiamo il pieno sostegno dell'amministrazione comunale”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter