Mostra in vetrina per Rodari 100

Mostra in vetrina per Rodari 100
Chianti Fiorentino, 22 Novembre 2020 ore 15:38

Nelle vetrine dei negozi diventa protagonista la creatività di bambini e ragazzi dell’Istituto comprensivo Il Principe.

Mostra in vetrina per Rodari 100: il progetto è ideato e realizzato dall’insegnante e storica dell’arte Giovanna M. Carli. Protagonisti gli studenti dell’Istituto comprensivo Il Principe di San Casciano, diretto da Marco Poli.
Mostra in vetrina. La fantasia dei bambini viaggia sulle ali di #Rodari100 e approda nei negozi di San Casciano.

Le assessore Elisabetta Masti e Maura Masini: “le chiavi per aprire le porte della conoscenza sono nei pensieri di libertà coltivati dai più piccoli, aiutiamoli ad immaginare un mondo migliore”.

La fantasia entra nella realtà e la illumina di…immenso.

Mostra in vetrina: colori, forme, valori e messaggi di speranza realizzati con gli occhi e i cuori dei bambini.

Non è mai stato utile come in questo momento chiedere al mondo di Rodari di accendere una luce aperta e accogliente sulla quotidianità del presente.

Quella dimensione multiforme, alimentata dalle parole e dalle immagini della fantasia, che annulla barriere sociali, disuguaglianze e valorizza le differenze, unendole pur nella distanza. Il progetto culturale dedicato al centenario rodariano che esce dalle scuole per costruire un ponte di educazione e solidarietà verso il territorio, viaggia fino a raggiungere le vetrine dei negozi, luoghi e spazi dell’economia locale.

Prende il via da venerdì 20 novembre #Rodari100, un progetto culturale, ideato e realizzato da Giovanna M. Carli, insegnante, giornalista e storica e critica dell’arte, fondatrice del Museo della Narrazione insieme a Gianni Garamanti, presentato la scorsa estate il 27 giugno, dal titolo “Il cielo è…di tutti”, che ha riscosso un grande apprezzamento di pubblico e critica.

Rodari 100
Tiziana Giuliani, Giovanna M. Carli, Laura Gallenga e Marco Poli, durante lo spettacolo del 27 giugno 2020

L’iniziativa è promossa dai Comuni di San Casciano in Val di Pesa e Montespertoli in collaborazione con gli Istituti comprensivi statali dei rispetti territori comunali (Istituti comprensivi “Il Principe” e “Don Lorenzo Milani”), le associazioni locali ed è realizzata grazie al contributo di Coop Montespertoli e ChiantiBanca.

Un ruolo di rilievo nell’ideazione dell’iniziativa sancascianese è ricoperto dal dirigente scolastico Marco Poli, supportato dalla direzione musicale di Michele Bianchini, Stefano Cencetti e Laura Gallenga e il coordinamento di tutti i docenti dell’Istituto comprensivo Il Principe e della professoressa Carla Ghirlandini.

Mostra in vetrina
Il Dirigente scolastico Marco Poli con un gruppo d’insegnanti. La prima a sinistra è la vicaria, Carla Ghirlandini

 

La prima tappa del percorso si realizza con una mostra collettiva, allestita all’interno delle attività commerciali (denominata MOSTRA IN VETRINA) presenti nel territorio comunale di San Casciano e proseguirà l’11 dicembre a Montespertoli con altrettante iniziative per concludersi il 10 gennaio 2021.

 

Il progetto ha visto il coinvolgimento di centinaia di studenti, come autori di elaborati grafici e testuali, disegni, installazioni e opere di scrittura creativa. Grazie ai sogni ‘artistici’ che volano liberi, le invasioni creative, guidate e ispirate dalle qualità immaginifiche dei bambini, arricchiranno e occuperanno le vetrine dei negozi di Cerbaia, Talente – Croce di Via, Mercatale, Bargino, Chiesanuova, Montefiridolfi, San Pancrazio, San Casciano.

L’iniziativa si tiene nel rispetto delle misure antiCovid. Le scuole coinvolte sono le scuole dell’Infanzia di Bargino, San Casciano, Cerbaia, Chiesanuova, Mercatale, Montefiridolfi, San Pancrazio, Talente, le primarie Collodi di Mercatale, Machiavelli di San Casciano, Rodari di Cerbaia e la scuola secondaria di primo grado “Ippolito Nievo” di San Casciano.

Tutte le scuole dell’Istituto comprensivo il Principe hanno partecipato creando splendidi lavori ispirati alle letture di Gianni Rodari. I disegni, i collage, le opere grafiche sono esposte nei negozi del centro e delle frazioni creando una straordinaria

La speranza è fanciulla e passa dal colore

“Immagini inaspettate – dichiara Giovanna M. Carli – che raccolgono i sogni dei bambini e delle bambine, stupiscono il passante, richiamano l’attenzione di chi entra nel bar per un caffè. Non sono manifesti pubblicitari ma i sogni attaccati ai muri di speranza e meraviglia: un vero e proprio pensiero infantile che contamina il paese. Da un binomio fantastico può accendersi l’immaginazione: la parola singola agisce – scrive Gianni Rodari – solo quando ne incontra una seconda che la provoca, la costringe a uscire dai binari dell’abitudine, a scoprirsi nuove capacità di significare. Non c’è vita, dove non c’è lotta. E le parole lottano tra loro per risvegliare la voglia di stare insieme, di essere uniti nel rispetto l’uno dell’altro. Come il concetto è impossibile senza il suo opposto, così l’uomo non esiste senza l’altro. Un’integrazione totale nel nome della pace, della speranza, dell’inclusione e del rispetto, perché se è vero che siamo tutti sulla terra e sotto lo stesso cielo non c’è dubbio che… se il cielo è di tutti anche la terra lo è”.

Originale l’idea della mostra in vetrina

L’idea della mostra in vetrina, nelle vetrine dei negozi delle attività commerciali, è la prima a realizzarsi dopo un attento studio progettuale di due anni, a cura del Museo della Narrazione, ed è stata la soluzione adottata da Giovanna M. Carli in tempo di pandemia: “Quasi un appello di speranza. Negozi aperti o negozi chiusi ma che si riapriranno al futuro, e intanto il segno colorato dei ragazzi e dei bambini che aprono i loro cuori per un mondo migliore”.

Mostra in vetrina
Anche la Farmacia di Cerbaia ha prestato la propria vetrina per la mostra dei bambini e dei ragazzi riguardante il centenario di Gianni Rodari

Gianni Rodari e l’atto creativo dell’immaginazione

“Gianni Rodari – sottolinea il dirigente scolastico Marco Poli – ci ha insegnato ad avere fiducia nei più piccoli, nell’atto creativo dell’immaginazione di cui l’età dell’infanzia è maestra e inconsapevole artefice, in quell’attività del pensiero che diventa strumento fondamentale nello sviluppo dell’individuo. Il grande maestro, del quale quest’anno ricorrono cento anni dalla nascita, invita ad avere coraggio, a migliorare il mondo provando ad immaginarlo in modo diverso, a costruire un percorso inclusivo per poterlo abitare come spazio di dialogo dalle forti connotazioni sociali e culturali, indispensabile alla crescita. L’originalità di questo evento, pur nella complessità del contesto, offre lo stimolo a continuare a proiettare speranza e ottimismo nei bambini. Rafforziamo i nostri investimenti quotidiani sui sorrisi, sulle forme e sui colori che prendono vita anche dagli elaborati degli studenti dell’Istituto comprensivo, realizzati appositamente per la mostra che celebra la ricorrenza di Rodari e arricchiscono le vetrine dei negozi. Rivolgo un particolare ringraziamento, per il loro lodevole lavoro, a tutte le insegnanti che hanno collaborato al progetto, all’ideatrice Giovanna Maria Carli e al nostro consolidato partner, il Comune di San Casciano”.

Un evento corale di alta qualità

Rodari 100
Foto scattata per l’evento del 27 giugno 2020

“Dedicare in questa particolare situazione di criticità un evento corale, di alta qualità, costruito sui valori della partecipazione e del coinvolgimento, ha un grande significato per l’amministrazione comunale – concludono le assessore Elisabetta Masti e Maura Masini – siamo contente di aver onorato l’impegno culturale di Gianni Rodari, pur nella consapevolezza, a causa della pandemia, di non poter vivere a pieno l’omaggio che gli rende onore come educatore, giornalista, scrittore e divulgatore di messaggi e segni di pace. Rodari valorizza la forza della fantasia e, con i suoi testi di natura pedagogica, mai tediosi perché pieni di esercizi tesi al gioco ed elementi ludici, stimola la parte migliore di tutti noi: la creatività. Ora più che mai c’è bisogno di aiutare i bambini a guardare in profondità ed in prospettiva, ad esplorare il mondo attraverso nuove strade e nuove realtà. Mai fermarsi, andare avanti con la grande cultura del passato e quella che verrà”.

Il programma dettagliato degli eventi è disponibile sui siti web dei Comuni e gli strumenti social Facebook. Gli eventi sono inseriti nel programma ufficiale www.100rodari.com.

Segui gli eventi e guarda i lavori creativi dell’Istituto comprensivo Il Principe, sulla pagina Facebook dedicata: https://www.facebook.com/Rodari100/

 

Fonte: Ufficio stampa, rif. dott.ssa Cinzia Dugo

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità