IL GESTO IMPORTANTE

I sindaci Falchi e Prestini donano per la ricerca e contribuisce alla campagna di Unicoop Firenze

I sindaci Falchi e Prestini donano per la ricerca e contribuisce alla campagna di Unicoop Firenze
Cultura Piana Fiorentina, 18 Dicembre 2020 ore 15:59

Anche i sindaci di Calenzano, Riccardo Prestini, e Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, sostengono la ricerca scientifica.

I sindaci donano per la ricerca

Il sindaco Prestino lo ha fatto giovedì al Coop.Fi di Calenzano con una donazione per la campagna Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani, promossa da Unicoop Firenze insieme a Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno. La campagna si pone come raccolta fondi popolare per sostenere i ricercatori del MAD Lab di Toscana Life Sciences, coordinato dal professor Rino Rappuoli, scienziato di fama mondiale. Nato nel 2018 per studiare possibili soluzioni al fenomeno dell’antibiotico resistenza (identificata dalla comunità scientifica internazionale come prima causa di mortalità a livello mondiale nei prossimi decenni), il MAD Lab da marzo scorso ha prontamente indirizzato le proprie competenze nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19.  Ad oggi, la previsione è di poter contare su una terapia specifica entro la primavera 2021. Ma la ricerca non si può fermare, perché la comunità scientifica ha già identificato diverse mutazioni del virus ed è dunque importante approfondirne la conoscenza per poter rispondere tempestivamente ad altre eventuali emergenze sanitarie.

Così è proprio ai giovani ricercatori di Toscana Life Sciences che andranno i fondi raccolti con la campagna “Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani”, promossa da Unicoop Firenze insieme alle altre cooperative di consumatori del Paese.

 “Ringraziamo tutti coloro, e sono numerosi, che hanno già donato ed invitiamo tutti i soci e clienti di Unicoop Firenze a dare il loro, anche piccolo, contributo a questa campagna che si pone un doppio obiettivo: raccogliere risorse per il MAD Lab di Toscana Life Sciences e portare all’attenzione di tutti i cittadini l’importanza della ricerca scientifica – fanno sapere dalla sezione Soci Coop di Sesto Fiorentino – Calenzano – Ringrazio anche il nostro sindaco, che con la sua adesione ha dato un segnale importante”.

“Promuovere la ricerca in ambito sanitario, in un momento contraddistinto dagli effetti dirompenti della pandemia, è un segnale forte e di grande interesse sociale per tutta la nostra comunità. Se poi a questo si aggiunge anche il sostegno ai giovani ricercatori, emerge un’iniziativa particolarmente lodevole, per la quale ringrazio Unicoop Firenze e le altre strutture cooperative coinvolte. Ricerca scientifica e investimento sul capitale umano del Paese è la chiave giusta per uscire dall’emergenza e rilanciare lo sviluppo e la rinascita del nostro Paese. Anche per questo ho accolto favorevolmente l’invito di Unicoop, sostenendo personalmente questa donazione e invito tutti i cittadini a fare altrettanto, ognuno in base alle proprie possibilità” afferma Riccardo Prestini, sindaco di Calenzano.

Sesto Fiorentino

Anche il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, sostiene la ricerca scientifica. Lo ha fatto oggi, venerdì 18 dicembre al Centro*Sesto con una donazione per la campagna Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani, promossa da Unicoop Firenze insieme a Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno. La campagna si pone come raccolta fondi popolare per sostenere i ricercatori del MAD Lab di Toscana Life Sciences, coordinato dal professor Rino Rappuoli, scienziato di fama mondiale. Nato nel 2018 per studiare possibili soluzioni al fenomeno dell’antibiotico resistenza (identificata dalla comunità scientifica internazionale come prima causa di mortalità a livello mondiale nei prossimi decenni), il MAD Lab da marzo scorso ha prontamente indirizzato le proprie competenze nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19.  Ad oggi, la previsione è di poter contare su una terapia specifica entro la primavera 2021. Ma la ricerca non si può fermare, perché la comunità scientifica ha già identificato diverse mutazioni del virus ed è dunque importante approfondirne la conoscenza per poter rispondere tempestivamente ad altre eventuali emergenze sanitarie.

Così è proprio ai giovani ricercatori di Toscana Life Sciences che andranno i fondi raccolti con la campagna “Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani”, promossa da Unicoop Firenze insieme alle altre cooperative di consumatori del Paese.

“La raccolta fondi Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani sta riscuotendo molto apprezzamento sul territorio, sono numerosi soci e clienti che hanno già partecipato con una donazione e che ringrazio. Il nostro grazie va anche al sindaco Falchi che oggi al Centro*Sesto ha aderito alla campagna. Oltre alle donazioni, l’iniziativa di Unicoop Firenze vuole richiamare l’attenzione sull’importanza della ricerca scientifica e dei giovani ricercatori: mai come in questo momento il futuro del Paese e la nostra salute sono nelle loro mani“ afferma Lia Bogliolo, presidente sezione soci Coop di Sesto Fiorentino – Calenzano

“Mi unisco volentieri a questa importante iniziativa. L’emergenza sanitaria ha mostrato in maniera drammatica l’importanza della ricerca e campagne come quella lanciata da Unicoop sono un’occasione preziosa per sensibilizzare e accrescere la consapevolezza in questo senso” afferma Lorenzo Falchi, sindaco di Sesto Fiorentino.

In particolare il contributo raccolto sarà dedicato a ampliare le ricerche che finora hanno portato all’individuazione della cura basata sugli anticorpi monoclonali. Più facili da riprodurre a livello industriale rispetto ai vaccini, questi anticorpi rappresentano già una risorsa di avanguardia per la cura di molte malattie come i tumori ed a partire da marzo 2021 il loro utilizzo come cura del Covid 19 potrebbe entrare a regime.

Si potrà contribuire a favore della ricerca scientifica donando punti della Carta socio o denaro alle casse, sulla piattaforma on line di Eppela (www.eppela.com/curiamolaricercainsiemeacoop) e con bonifico bancario sul conto corrente dedicato IT57I0306909606100000175655.

Le cooperative che aderiscono alla campagna raddoppieranno quanto raccolto e i risultati via via raggiunti saranno monitorati e comunicati.

GUARDA LE FOTO

3 foto Sfoglia la gallery
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità