INQUALIFICABILE

Vandalizzato il faggione, l’albero simbolo della riserva Acquerino-Cantagallo

Vandalizzato il faggione, l’albero simbolo della riserva Acquerino-Cantagallo
Prato, 24 Luglio 2020 ore 17:44

“Questa mattina all’Acquerino ci siamo svegliati così, con queste foto, inviateci dal nostro Paolo.  Inutile dire che lo stomaco ci si è attorcigliato ed abbiamo il cuore a pezzi. Due individui, tali Bia e Chi (evidentemente), hanno ben deciso di ferire, senza scrupoli, il nostro amato Faggione, il silenzioso e meraviglioso custode secolare della Riserva. La corteccia è stata incisa profondamente, fino al sangue stesso dell’albero, in modo probabilmente irreversibile ed esponendo questa creatura vivente, già danneggiata nel corso degli anni, anche all’attacco dei parassiti“. E’ la denuncia dell’associazione Acquerino Cantagallo che gestisce la riserva.

Non crediamo esistano parole adeguate a commentare il gesto di queste “persone” che meritano solo il totale disprezzo di tutti noi, di chiunque ami la natura ed il nostro splendido territorio. Sappiate che avete commesso un gesto inqualificabile e vi dovete solo vergognare della vostra pochezza e stupidità.  Il Faggione è rimasto lì, inerme, a farsi lacerare, in nome di un ignobile desiderio di ostentazione proprio solo della gente misera di valori, di empatia e di rispetto. In altri termini, fate schifo”. Difficile non essere concordi con questo amarissimo sfogo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità