PRATO

Truffa ai danni di una 70enne a Santa Lucia

Truffa ai danni di una 70enne a Santa Lucia
Cronaca Prato, 27 Gennaio 2021 ore 17:51

Due persone sono riuscite a entrare in casa della donna spacciandosi una per medico e l’altro per carabinieri e portandole via molto denaro.

Truffa ai danni di una 70enne a Santa Lucia

Questa mattina, alle ore 12.00 circa, personale delle Volanti veniva inviato in zona Santa Lucia,  per segnalazione di truffa ai danni di un’anziana italiana.

Sul posto gli Operatori rintracciavano la  settantenne vittima della vicenda, la quale riferiva che, circa mezz’ora prima, aveva incautamente  accolto in casa un uomo, descritto come italiano il quale, presentatosi come il figlio di un suo vicino,  affermando peraltro di essere un medico, le aveva chiesto di mostrargli i pavimenti e le terrazze  dell’abitazione.

Dopo pochi minuti bussava alla porta un secondo uomo, descritto come verosimilmente dell’est  europeo che, affermando di essere un Carabiniere e mostrando anche un non meglio precisato  distintivo, comunicava alla donna che la stessa aveva appena subito un furto, mostrando un portafoto della settantenne per comprovare quanto appena riferito, riuscendo al momento a raggirarla,  persuadendola nell’errore.

La truffa

Quindi, l’anziana faceva entrare in casa anche il secondo soggetto, effettuando una verifica della  propria abitazione insieme ai due sconosciuti e constatando che le mancava del denaro contante da  due diversi armadi, pari a circa 800 euro.

Durante tali fasi i due individui riuscivano ad allontanarsi dalla casa della settantenne, mentre  quest’ultima, rendendosi conto di essere stata vittima di una truffa, richiedeva l’intervento della  Volante.

Cosa fare

La Questura sensibilizza come sempre l’utenza a porre particolare attenzione in situazioni  similari, richiamando la campagna informativa “Non siete soli #chiamatecisempre”, promossa  dalla Polizia di Stato, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica, in particolare le fasce sociali  più esposte al rischio di truffe “a domicilio”, quali appunto quelle rappresentate dagli anziani, a  contattare tempestivamente le utenze di emergenza 112 e 113, ogni qual volta presso abitazioni si  presentano soggetti che per particolare contesto e motivazioni addotte possano dare adito al  sospetto di essere truffatori.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli