Menu
Cerca
LA DONAZIONE UTILE

Stremao onlus dona sei tablet al Santo Stefano

Questi dispositivi sono diventati indispensabili per regalare un sorriso ai pazienti ricoverati, comunicare con i propri cari, spezzare la solitudine imposta durante la pandemia.

Stremao onlus dona sei tablet al Santo Stefano
Cronaca Prato, 24 Marzo 2021 ore 10:58

Stremao onlus Prato, un’Associazione che da alcuni anni si occupa di raccolte di generi alimentari e di prima necessità per i cittadini ha donato sei tablet al Santo Stefano. Questi dispositivi sono diventati indispensabili per regalare un sorriso ai pazienti ricoverati, comunicare con i propri cari, spezzare la solitudine imposta durante la pandemia.

Stremao onlus dona sei tablet al Santo Stefano

“Siamo tutti i giorni in prima linea, proprio come gli operatori sanitari impegnati ogni giorno nella cura dei pazienti Covid, ha sottolineato Francesca Squilloni, presidente di Stremao. Consegnamo pacchi alimentari alle famiglie bisognose e dall’inizio della nostra attività abbiamo recapitato 1804 pacchi alimentari da 44 chilogrammi. Ci siamo resi disponibili a donare questi strumenti. Il nostro è un piccolo gesto ma lo riteniamo importante ed utile per aiutare i pazienti e i loro familiari”.

I tablet saranno messi a disposizione del Pronto Soccorso, dell’area di degenza Covid e dei reparti ospedalieri no Covid ed utilizzati per la comunicazione tra pazienti e familiari a supporto del processo di umanizzazione e di sostegno psicologico. La possibilità di fare una videochiamata, scambiarsi un abbraccio via tablet, vedere la propria abitazione sono elementi importanti che aiutano nel processo di assistenza e cura e riducono il senso di solitudine.

E’ proprio la distanza dai propri familiari uno degli aspetti più drammatici che gli ammalati vivono in questo momento ed allo stesso modo è doloroso per chi è a casa non poter stare vicino e prendersi cura di chi soffre.

“Ringrazio Stremao per questa donazione e per la sensibilità a nome personale, degli operatori e dei pazienti ricoverati che potranno utilizzare questi dispositivi, ha detto Daniela Matarrese direttore sanitario dell’ospedale. Sono un dono prezioso che consentono di dare sostegno e vicinanza ai pazienti ed ai loro cari”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli