Cronaca
I CARABINIERI ERANO VICINI

Sesto Fiorentino: danneggia impianto privato di trasmissione radio. Preso

Sesto Fiorentino: danneggia impianto privato di trasmissione radio. Preso
Cronaca Piana Fiorentina, 16 Dicembre 2021 ore 10:08

Militari della Stazione Carabinieri forestale di Ceppeto venivano contattati in tarda serata dal tecnico di una ditta, che si occupa della gestione di un impianto privato di trasmissione radio e digitale, installato in prossimità del piazzale Leonardo a Monte Morello, che avvisava di aver ricevuto comunicazione di allarme attivatosi per intrusione presso detto impianto.

Danneggia impianto privato di trasmissione radio

Considerata la vicinanza del reparto alla zona di interesse, i Carabinieri forestali intervenivano prontamente, individuando un uomo che si era nascosto dietro una struttura dell’impianto e si dava alla fuga alla vista dei militari. A seguito di un breve inseguimento, l’uomo si fermava e forniva le proprie generalità, mostrando gli attrezzi che ancora impugnava, cioè una pinza e una lama di seghetto da ferro, adoperati per recidere la recinzione perimetrale dell’impianto.

L’uomo aveva un copricapo nero e abbigliamento integralmente nero, allo scopo di meglio occultare la sua presenza ed era dotato di altri materiali come forbici, una torcia e un sensore crepuscolare con porzione di cavo reciso di netto, quest’ultimo oggetto prelevato dall’impianto.

Poco dopo, giungeva sul posto anche il segnalante, che poteva così accertare i danni.

In particolare veniva constatato il taglio della recinzione che perimetra il manufatto, la recisione dell’impianto di luce esterna, la recisione dei cavi delle ricezioni radio terrestri e digitali. Considerato che il soggetto identificato aveva attrezzature idonee a provocare la tipologia di danneggiamento verificato e che lo stesso veniva identificato sui luoghi, subito dopo il compimento del reato, i militari procedevano al sequestro probatorio delle attrezzature.

Essendoci già stati danneggiamenti recenti all’impianto, la ditta proprietaria degli impianti presentava formale querela presso la Stazione Carabinieri di Sesto Fiorentino.