l'episodio

Rapina in Piazza Duomo a Firenze ma viene incastrato dalle telecamere

29enne iracheno incastrato dalle telecamere di piazza Duomo e rintracciato dalla Polizia di Firenze dopo aver rubato un cellulare ad una turista tedesca seduta su di una panchina.

Rapina in Piazza Duomo a Firenze ma viene incastrato dalle telecamere
Cronaca Firenze, 02 Settembre 2021 ore 17:22

A poco più di 24 ore dall’episodio lunedì mattina la Polizia di Stato ha rintracciato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 29enne iracheno, ritenuto responsabile del furto - diventato poi rapina - di un cellulare, messo a segno sabato sera in piazza Duomo. Intorno alle 23.00 una turista tedesca, poco più che ventenne, si era seduta, insieme alla sorella e ad una amica, a mangiare una pizza in piazza Duomo, poggiando il proprio Iphone sulla panchina. In pochi attimi è apparso dal nulla un uomo che ha afferrato il cellulare per poi allontanarsi velocemente.

Ruba un cellulare ad una tedesca, incastrato dalle telecamere in piazza Duomo

La sorella della vittima si è accorta del furto e ha dato l’allarme, immediatamente raccolto da un passante, un 17enne romeno, che senza pensarci due volte ha inseguito il ladro per cercare di fermarlo e recuperare il maltolto.

Una volta raggiunto dal suo inseguitore il malvivente prima si è abbassato i pantaloni mostrando il fondoschiena, quasi a voler dimostrare che non aveva niente con sé, poi ha tirato fuori una sorta di taglierino minacciando il minore.

Falchi della Squadra Mobile hanno subito passato al setaccio le immagini del sistema di videosorveglianza cittadino, ricostruendo l’accaduto, nonché tutto il percorso del rapinatore: dal luogo del delitto fino a piazza Brunelleschi, dove l’uomo si sarebbe fermato per trascorrere la notte in strada.

Così lunedì gli investigatori di via Zara sono andati a fargli visita all’alba, rintracciandolo proprio nella piazza dove sabato aveva terminato la sua corsa.

L’uomo è finito subito in manette ed è stato accompagnato al carcere fiorentino di Sollicciano.

Ieri il Tribunale di Firenze ha convalidato il fermo accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica del capoluogo toscano e disponendo nei suoi confronti la misura cautelare della custodia in carcere.