Il bilancio

Quattro denunce nel weekend eseguite dalla Polizia di Prato sul territorio

Le operazioni più significative portate a termine nel weekend del 31 ottobre e 1° novembre da parte degli agenti della Polizia di Stato: in tutto quattro denunce.

Quattro denunce nel weekend eseguite dalla Polizia di Prato sul territorio
Prato, 02 Novembre 2020 ore 15:23

Da una rissa con coltelli e spranghe in via Pistoiese a Narnali ad un 20enne che esplodeva colpi in aria con una scacciacani nell’area della fiera fino ad un venticinquenne che doveva essere lontano dall’Italia: questa la sintesi del lavoro condotto nel weekend dalla Polizia di Stato di Prato.

Quattro denunce da parte della Polizia di Prato

Nel pomeriggio di sabato 31 ottobre scorso, alle ore 15.40 circa, personale delle Volanti veniva inviato in via Pistoiese, in zona Narnali, per segnalazione di lite in strada tra due individui. Sul posto gli Operatori identificavano le parti coinvolte nella vicenda, un cinquantottenne italiano residente a Prato e un cinquantenne cinese residente a Prato e regolarmente soggiornante, apprendendo che al culmine della lite, sorta per banali motivi, entrambi si erano prima percossi a mani nude, per poi armarsi di un coltello e di una spranga e minacciarsi reciprocamente. Gli Agenti,  che non rinvenivano sul posto i predetti oggetti, provvedevano a denunciare in stato di libertà i due protagonisti della lite per il reato di minacce aggravate.

Nella serata di sabato 31 ottobre scorso, alle ore 20.10 circa, personale delle Volanti veniva inviato in viale Marconi per segnalazione di un individuo che aveva esploso in aria alcuni colpi di pistola all’interno del parcheggio dell’area fiera della zona. Sul posto gli Agenti riuscivano a rintracciare l’uomo che, fermato ed identificato per un ventenne pakistano residente a Prato, regolarmente soggiornante ed incensurato, veniva trovato in possesso di una pistola scacciacani con relativo munizionamento, priva di tappo rosso, sequestrata dagli operatori. Lo straniero, che non forniva alcuna giustificazione della sua condotta, veniva condotto in Questura e denunciato in stato di libertà per il reato di procurato allarme.

Domenica 1° novembre, alle ore 10.50 circa, un equipaggio delle Volanti, nel corso di attività di prevenzione effettuata nel centro cittadino, procedeva in via Protche al controllo di un individuo sospetto il quale, identificato per un venticinquenne rumeno residente a Pistoia, risultava annoverare precedenti di polizia, tra cui un foglio di via obbligatorio, emesso dal Questore di Prato il 31 agosto 2020, con divieto di far ritorno in questo capoluogo per tre anni. Il rumeno veniva pertanto denunciato in stato di libertà per il reato di inosservanza del predetto foglio di via.

LEGGI ANCHE: Le nuove strette anti-Covid promosse dal premier Conte

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità