Prato

Prosegue l’attività dei volontari del nucleo provinciale di protezione civile dell’Anc di Prato

Ieri i volontari hanno sorpreso una persona nuda intenta a lavarsi nel bocciodromo dei giardini di via Baracca.

Prosegue l’attività dei volontari del nucleo provinciale di protezione civile dell’Anc di Prato
Prato, 22 Maggio 2020 ore 15:06

Anche nella fase due dell’emergenza continua l’azione infaticabile dei volontari del nucleo provinciale di volontario e protezione civile dell’associazione nazionale Carabinieri di Prato.

“Il nostro nucleo – ha precisato il presidente Cav Claudio Lo Bue – è nato più di 22 anni fa e siamo orgogliosi di aver partecipato con i  nostri uomini e le nostre attrezzature alle più importanti emergenze di Protezione Civile sia regionali che nazionali. Il nostro nucleo si distingue per i servizi svolti giornalmente come supporto alla Polizia Municipale con i servizi di osservazione e controllo del territorio, attività mirate a distogliere chiunque dal compiere un’azione illecita o dannosa”.

In questa seconda fase della lunga emergenza sanitaria determinata dal coronavirus, i volontari del nucleo di protezione civile stanno svolgendo l’importante attività di perlustrazione delle aree verdi pratesi e delle altre zone.  E’ infatti compito del nucleo provinciale occuparsi delle attività di osservazione lungo le piste ciclabili e presso le aree verdi pubbliche, assicurandosi che non vengano creati assembramenti e che tutto si svolga nel rispetto delle nuove norme emanate dal sindaco di Prato per questa “Fase 2”, davvero molto delicata affinché il contagio non riparta nella sua folle corsa al rialzo.

“Ieri – raccontano dall’associazione nazionale Carabinieri di Prato –  durante lo svolgimento del servizio, verso le 11.30 presso i giardini pubblici di Via Baracca, siamo  stati allertati da alcune persone che stavano sostando, principalmente mamme e nonni con bimbi, chiedendoci di controllare il bocciodromo in quanto all’interno si stava lavando nudo una persona extracomunitaria. Ci siamo quindi diretti dal soggetto chiedendogli di rivestirsi, e facendolo subito coprire con una coperta data anche la presenza di bambini lì intorno, ed abbiamo chiamato la Polizia che si è poi occupata del caso”.

Vivi complimenti sono stati rivolti anche dal Presidente Lo Bue

“i volontari del nucleo provinciale – ha commentato –  sono sempre in azione, davvero  infaticabili, grazie ai cittadini per la cooperazione e grazie ai nostri favolosi volontari che ogni volta si dimostrano pronti a qualsiasi evenienza affrontata in servizio”.

Seguono le foto dei servizi di perlustrazione svolti nelle aree pubbliche pratesi

 

7 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei