SOLIDARIETà

Pronti buoni spesa per 100 mila euro

Rilanciato l’appello a contribuire per l’emergenza di tante famiglie della città.

Pronti buoni spesa per 100 mila euro
Prato, 18 Giugno 2020 ore 15:16

Pronti buoni spesa per 100 mila euro. A Prato insieme Fondazione Cassa e Spes Docet con il supporto di Ekom supermercati.

Pronti buoni spesa per 100 mila euro

Con l’obiettivo di rispondere alle urgenze di tante famiglie che si trovano in difficoltà la Fondazione Cassa di Risparmio di Prato e l’associazione Spes Docet, in forza del solido patto per la solidarietà stretto all’inizio dell’emergenza Covid, hanno consegnato oggi al Comune di Prato buoni spesa per un valore di 100 mila euro da spendere presso Ekom supermercati. La cifra è stata raggiunta grazie all’impegno di Spes Docet, che ha messo a disposizione 80 mila euro, e alla generosità di Ekom, insegna discount del gruppo Sogegross dal febbraio scorso anche a Prato, che ne ha aggiunti altri 20 mila.

La Fondazione nelle settimane scorse aveva intanto stanziato 300 mila euro mettendoli nella disponibilità del Comune che li gestirà attraverso la task force – di cui anche Fondazione e Spes Docet fanno parte – costituita presso i servizi sociali per ottimizzare le risorse e accompagnare chi si trova in difficoltà a causa della crisi.

Fondazione Cassa e Spes Docet grazie a Ekom

I 4 mila buoni da 25 euro ciascuno da utilizzare presso il supermercato Ekom sono appena stati stampati. Stamani per la loro consegna al Comune, con l’assessore alle Politiche sociali Luigi Biancalani, sono presenti il presidente di Spes Docet, Simone Paci, il vicepresidente del cda della Fondazione Cassa, Stefano Betti e il direttore generale di Ekom, Giuseppe Marotta.

I commenti

“Saranno subito utilizzati per dare risposta ad almeno duecento famiglie tra quelle in graduatoria per i buoni spesa e per altre situazioni che vengono seguite direttamente dai servizi sociali – ha spiegato l’assessore Biancalani – Intanto una prima tranche delle altre risorse messe a disposizione dalla Fondazione vengono utilizzate per i contributi all’affitto, altro problema di grande criticità per le famiglie”.

“Ancora una volta siamo riusciti a far funzionare in maniera efficace e concreta la positiva alleanza e la collaborazione tra privati, associazionismo e servizi pubblici – ha messo in evidenza Simone Paci – Grazie a tutti coloro, per lo più imprenditori, che ci hanno dato aiuto anche in questa missione e a Ekom che ha risposto con generosità alla nostra richiesta di supporto”.

“La Fondazione anche stamani rinnova l’appello ai pratesi che non si tirano mai indietro per dare risposte concrete alle difficoltà di centinaia di famiglie e al disagio di tante persone messi in crisi dal Covid – ha sottolineato Stefano Betti – Tutti possono dare un contributo versando su un conto dedicato quanto possono e vogliono”. Ecco le coordinate: IBAN IT69 A032 3901 6001 0000 0191 179, intestato a Fondazione Cassa di risparmio di Prato, causale Fondo solidarietà per Prato.

“Ekom ha accolto con entusiasmo l’invito a partecipare all’iniziativa – ha affermato Giuseppe Marotta – Vogliamo essere vicini alle famiglie in difficoltà in un momento complesso come l’attuale, e dare un supporto concreto, come siamo soliti fare nei territori in cui siamo presenti”.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Prato e Spes Docet consolidano dunque la loro alleanza nel nome della solidarietà. Nella fase dell’emergenza sanitaria sono riuscite a raccogliere circa un milione di euro attraverso le donazioni di una sessantina di imprenditori e il contributo diretto della Fondazione Cassa di Risparmio che si è impegnata con 300 mila euro. Così Spes Docet ha potuto acquistare e  far arrivare direttamente al Santo Stefano in tempo record sei ecografi per la terapia intensiva e il pronto soccorso, migliaia di mascherine, tute protettive e camici.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità