Cronaca

Prima infastidisce i clienti di un chiosco alla Fortezza poi calci e pugni contro gli agenti intervenuti

L’episodio è avvenuto ieri sera martedì 17 agosto: il protagonista della vicenda, un cittadino marocchino di 28 anni, si è inizialmente avvicinato con una bottiglia di vetro in mano ad un gruppetto di persone pretendendo una sigaretta.

Prima infastidisce i clienti di un chiosco alla Fortezza poi calci e pugni contro gli agenti intervenuti
Cronaca Firenze, 18 Agosto 2021 ore 15:11

Prima infastidisce i clienti di un chiosco alla Fortezza poi calci e pugni contro gli agenti intervenuti

Completamente ubriaco, prima ha infastidito i clienti di un chiosco ai giardini della Fortezza, poi ha aggredito i poliziotti intervenuti: gli agenti delle volanti della Questura di Firenze lo hanno bloccato e sottoposto a fermo per identificazione. 

L’episodio è avvenuto ieri sera: il protagonista della vicenda, un cittadino marocchino di 28 anni, si è inizialmente avvicinato con una bottiglia di vetro in mano ad un gruppetto di persone pretendendo una sigaretta. 

Non ottenendola si è preso un intero pacchetto da un tavolo. Infine ha lanciato la bottiglia per terra e alla vista delle pattuglie ha cercato di nascondersi sotto la vegetazione di un albero per poi darsi alla fuga.

Ha reagito contro la Polizia

Una volta raggiunto ha reagito contro la Polizia con violenti calci e pugni: è stato denunciato per resistenza e per il furto del pacchetto di sigarette.

L’uomo era già noto alle Forze di Polizia in quanto finito in manette lo scorso 8 agosto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e - ancora una volta - resistenza a pubblico ufficiale. 

La volante del Commissariato San Giovanni lo aveva rintracciato nei pressi di piazza Vasari dove poco prima aveva tentato con insistenza di vendere droga ad una giovane coppia ai giardini. 

Dopo la convalida dell’arresto, nei confronti del 28enne era stato disposto il divieto di dimora nel Comune di Firenze. 

Il cittadino straniero è stato segnalato anche per tale violazione