CRONACA

Prefettura, è pronto il piano dei trasporti scolastici della provincia di Prato per il nuovo anno scolastico.

La nuova programmazione tiene conto del coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto, secondo quanto stabilito dalle Linee Guida di recente approvazione con Ordinanza del Ministro della Salute.

Prefettura, è pronto il piano dei trasporti scolastici della provincia di Prato per il nuovo anno scolastico.
Cronaca Prato, 10 Settembre 2021 ore 10:46

A seguito delle valutazioni assunte dal Tavolo di Coordinamento scuola-trasporti, presieduto dal Prefetto, Dott.ssa Adriana Cogode, mercoledì 1° settembre, con la partecipazione dei rappresentanti della Regione Toscana, della Provincia di Prato, dei Comuni, dell’Ufficio Scolastico Provinciale e del Gestore del servizio di trasporto pubblico locale, in vista dell’ormai imminente rientro in aula, il Prefetto ha adottato il provvedimento di approvazione del piano.

La nuova programmazione

La nuova programmazione tiene conto del coefficiente di riempimento dei mezzi di trasporto, secondo quanto stabilito dalle Linee Guida di recente approvazione con Ordinanza del Ministro della Salute. Quest’ultime, in ragione dell’attuale livello di popolazione vaccinata avverso
l’infezione da COVID-19 e in considerazione dei tempi di permanenza medi dei passeggeri sui mezzi, prevedono che, nelle zone “bianche” e “gialle”, la capienza sulle linee urbane ed extraurbane non superi l'80% dei posti consentiti dalla carta di circolazione.

E’ stato altresì preso in considerazione che la didattica si svolgerà al 100% in presenza, comunque mantenendo un congruo
scaglionamento degli orari di inizio e termine delle lezioni.
Accanto alle scelte organizzative, di particolare rilevanza, come evidenziato dal Prefetto nel corso dell’incontro del 1° settembre, saranno poi tutte le altre misure che verranno adottate per contenere il contagio sui mezzi. Uno degli elementi cardine di un’efficace strategia sul fronte
preventivo sarà la realizzazione di una chiara e semplice comunicazione in ogni contesto, al fine di veicolare le necessarie regole comportamentali sull’utilizzo dei mezzi di trasporto.

La sensibilizzazione dell’utenza dei servizi di mobilità, in particolare quella scolastica, rispetto all’osservanza delle regole dovrà essere un’attività indispensabile, anche se collaterale e di ausilio alla complessiva organizzazione di implementazione delle corse e di differenziazione degli orari delle attività didattiche.

Il Prefetto ci ha tenuto altresì a richiamare le ulteriori prescrizioni dettate dalle Line Guida, tra cui la frequente sanificazione e igienizzazione dei mezzi e areazione degli ambienti, il controllo pedissequo sulle condizioni igienico-sanitarie, la realizzazione di un’attività di vigilanza sull’attento e rigoroso rispetto della disciplina anti-covid da parte dei passeggeri – in particolare l’obbligo di indossare la mascherina e di effettuare la salita e discesa dai mezzi secondo flussi separati–, nonché l’incentivazione della vendita dei titoli di viaggio attraverso strumenti telematici e di pagamento elettronici.