La segnalazione

Piano dei rifiuti: spunta un deficit di 618mila euro

«Inutile continuare a negarlo: come avevamo sempre detto noi di Forza Italia il sistema integrale della raccolta dei rifiuti “porta a porta” costa moltissimo ai contribuenti

Piano dei rifiuti: spunta un deficit di 618mila euro
Cronaca Piana Fiorentina, 10 Gennaio 2021 ore 13:46

«Inutile continuare a negarlo: come avevamo sempre detto noi di Forza Italia il sistema integrale della raccolta dei rifiuti “porta a porta” costa moltissimo ai contribuenti. Oggi la sorpresa del nuovo anno per i cittadini di Campi Bisenzio passa dal nuovo piano finanziario di Alia, votato nell’ultimo consiglio comunale dalla maggioranza di sinistra e aspramente criticato dal nostro gruppo di opposizione. Il documento prevede che dovrà essere ripianato un deficit di 618 mila euro». Si è espresso così Paolo Gandola, capogruppo di Forza Italia che ha spiegato: «Il nuovo piano finanziario comprensivo dei maggiori costi per la gestione della raccolta differenziata porta a porta ha dovuto prevedere il ripiano di questo deficit che in totale ammonta a 618 mila euro. Una cifra importante, il 6% del totale del piano finanziario 2020 che dovrà essere ripianato in 3 anni, quindi con esborsi di oltre 200mila euro per ogni anno da qui al 2023.

E chi pagherà questi maggiori oneri? E’ evidente che saranno i cittadini». Secondo Forza Italia al momento non c’è chiarezza sulle tariffe che saranno applicate per l’annualità 2021, ma l’unica certezza è che sul piano finanziario saranno riversati questi maggiori costi e che in qualche modo dovranno essere coperti e ripianati.

«Come sostenevamo noi di Forza Italia – ha aggiunto il capogruppo – la raccolta porta a porta costa molto alla cittadinanza al momento senza alcuna prospettiva reale per l’introduzione della tante volte promessa tariffa puntuale. Oggi – ha proseguito Gandola – le strade sono due: o i 600mila euro saranno rimborsati dal Comune, usando ovviamente i soldi della fiscalità generale, oppure, molto più probabilmente, dovranno essere i cittadini a mettere nuovamente mano al portafoglio dovendo pagare tariffe più alte. Una situazione davvero preoccupante – ha commentato ancora – anche perché veniamo da un anno nel quale la raccolta differenziata è aumentata in modo esponenziale, facendoci scalare positivamente le classifiche dei Comuni più virtuosi nella differenziata, ma la situazione delle tariffe e dei costi resta un aspetto ancora da chiarire. Possibile che per addivenire alla tariffa puntuale si debba attendere ancora? Possibile che Alia a fronte di maggiori costi, non preveda un miglioramento del servizio di raccolta che ancora oggi soffre di alcune preoccupanti lacune circa gli orari effettivi di ritiro?». Insomma per Forza Italia l’anno a Campi parte con qualche intoppo e, purtroppo, con il rischio di un aumento delle tariffe per i cittadini troppo spesso usati come limoni da spremere

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità