L'INCARICO

Oggi l’insediamento del nuovo Questore di Firenze Filippo Santarelli

Oggi pomeriggio è prevista la visita a Palazzo Vecchio con il Sindaco Dario Nardella e poi subito a lavoro per Fiorentina-Brescia, che si terrà in serata allo Stadio Artemio Franchi di Firenze.

Oggi l’insediamento del nuovo Questore di Firenze Filippo Santarelli
Firenze, 22 Giugno 2020 ore 16:28

Oggi l’insediamento del nuovo Questore di Firenze Filippo Santarelli: stamani il saluto in via Zara.

Oggi l’insediamento del nuovo Questore

Originario di Rieti, 61 anni, il Dirigente Generale della Polizia di Stato dott. Filippo Santarelli, proveniente dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza di Roma, ha assunto oggi l’incarico di Questore della città di Firenze.

Il primo atto è stata la resa degli onori ai caduti della Polizia di Stato in Questura, presso la cui lapide è stata deposta una corona d’alloro alla presenza di una rappresentanza dei Dirigenti della Polizia di Stato della provincia di Firenze e dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato.

Subito dopo il Questore ha incontrato tutti i Dirigenti della Questura e delle Specialità della Polizia, quale momento iniziale e simbolico di un percorso insieme, che ha come obiettivo primario la sicurezza dei cittadini e della città.

A seguire il Questore ha voluto presentarsi alla stampa locale, evidenziando il ruolo ormai fondamentale della corretta informazione, parte integrante della percezione della sicurezza e del servizio ai cittadini.

La mattinata è proseguita con l’incontro a Palazzo Medici Riccardi con il Sig. Prefetto di Firenze Laura Lega, il primo di una serie di incontri con le Autorità cittadine ed i Sindaci dei Comuni della provincia che continuerà nei prossimi giorni a stretto giro.

Oggi pomeriggio è prevista la visita a Palazzo Vecchio con il Sindaco Dario Nardella e poi subito a lavoro per Fiorentina-Brescia, che si terrà in serata allo Stadio Artemio Franchi di Firenze.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità