CRONACA

Nuovo funzionario medico in Questura a Prato: è il dottor Malaspina

Già medico del lavoro presso diverse aziende pubbliche e private, il dott. Malaspina è iscritto nell’elenco dei medici autorizzati per l’effettuazione della sorveglianza medica dei lavoratori radioesposti.

Nuovo funzionario medico in Questura a Prato: è il dottor Malaspina
Cronaca Prato, 22 Luglio 2021 ore 14:35

La Questura di Prato ha un nuovo Funzionario Medico della Polizia di Stato. Si tratta del Medico Principale della Polizia di Stato Dott. Enrico Malaspina, che andrà a dirigere l’Ufficio Sanitario Provinciale, assumendo l’incarico del medico principale, la dott.ssa Achiropita Vulcano, assegnata ad altro ufficio.

Ha 36 anni

Il Dott. Enrico Malaspina, trentasei anni, originario di Reggio Calabria ma da anni residente a Firenze, ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia nel 2011 presso l’Università degli Studi di Messina, specializzandosi nel 2017 in Medicina del Lavoro presso l’Università degli Studi di Firenze.
Già Medico Competente del Lavoro presso diverse aziende pubbliche e private, il Dott. Malaspina è iscritto nell’elenco dei medici autorizzati per l’effettuazione della sorveglianza medica dei lavoratori radioesposti.

L'intervento

Ieri pomeriggio, alle ore 15.30 circa, personale delle volanti procedeva al controllo degli occupanti di una Renault Megane che si aggirava in maniera sospetta nella zona di via Fiorentina, nei pressi del centro commerciale, identificando i suoi occupanti in quattro cittadini marocchini, tre dei quali risultavano essere stranieri irregolari e già raggiunti da un provvedimento di espulsione.

Condotti in Questura e compiutamente identificati per un ventunenne, un venticinquenne e un ventiduenne, tutti annoveranti precedenti di
polizia e destinatari di ordine di espulsione, emessi rispettivamente in data 25 febbraio 2021, 2 aprile 2021 e 27 aprile 2021, venivano pertanto denunciati in stato di libertà per l’inosservanza dei citati provvedimenti di espulsione, mentre l’auto su cui viaggiavano, condotta dal primo dei nordafricani, di proprietà di una società di noleggio di autoveicoli, veniva sottoposta a sequestro ed affidata in giudiziale custodia ad un locale soccorso stradale.