TRAGEDIA NELLA TRAGEDIA

Non resiste alla morte del figlio e si uccide pochi giorni dopo

E' successo a Campi a inizio luglio. L'articolo uscito su Bisenziosette il 10 luglio.

Non resiste alla morte del figlio e si uccide pochi giorni dopo
Piana Fiorentina, 27 Luglio 2020 ore 10:21

L’articolo sul dolore e il gesto estremo compiuto da un padre a Campi Bisenzio poche settimane fa, uscito su Bisenziosette.

Non resiste alla morte del figlio e si uccide

Sopravvivere alla morte del proprio figlio è difficile, per molti praticamente impossibile. La perdita di un figlio è un dolore atroce per ogni genitore perché va contro la legge della vita, in cui nel fluire delle generazioni sono gli anziani a passare il testimone della famiglia ai più giovani che vanno incontro al futuro. Nei giorni scorsi Campi Bisenzio è stata teatro di una doppia tragedia. Alla morte del figlio, il padre, pieno di dolore, si è tolto la vita. Un atto estremo che ha scosso i tanti abitanti di Santa Maria dove la famiglia viveva praticamente da sempre. Valter era un ragazzo conosciuto, avrebbe compiuto a breve i suoi primi 50 anni. Malcapitatamente per lui la vita è terminata improvvisamente, quando ancora aveva davanti un futuro tutto da scrivere. Per il padre il dolore è stato insopportabile, così forte da spingerlo, nel week end scorso, a compiere un gesto estremo. La morte del figlio è stato uno choc che non è riuscito a superare.

Il ricordo

«Valter – ci racconta un conoscente – era una persona che avevo conosciuto per motivi professionali riguardanti una pratica di compravendita, da allora spesso lo incontravo presso alcuni bar della zona e scambiavamo qualche parola. Non conoscevo il padre ma da quanto ho saputo non è riuscito a darsi pace da quando il figlio è scomparso prematuramente».

Il dolore

L’uomo deve aver pensato non di aver più alcun futuro da vivere senza suo figlio. Così si è impiccato. La sua era un’anima zavorrata dal dolore. Una tragedia nella tragedia, un dolore inconsolabile per i familiari che restano che ora dovranno trovare la forza per andare avanti, nonostante tutto.  Per il padre di Valter superare questa difficile prova è apparso impossibile e la voglia di farla finita, ben presto, ha preso il sopravvento. L’ineluttabile si è materializzato una seconda volta, sconvolgendo per sempre la famiglia di Santa Maria e i membri della comunità che si stanno ora interrogando di fronte  al più terribile dei misteri. Solo il tempo, forse, potrà confortare, nei fatti e col cuore, chi nella famiglia dei superstiti oggi si sente ancora più annichilito e più solo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità