Campi Bisenzio

Licenziamenti alla Gkn: le prime reazioni della politica

Dopo la notizia trapelata stamani dell'apertura per il licenziamento di 422 lavoratori della Gkn di Campi Bisenzio la politica si è immediatamente attivata. Al momento, da quanto apprendiamo il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, insieme agli assessori della Giunta, è presente al presidio dei lavoratori. 

Licenziamenti alla Gkn: le prime reazioni della politica
Cronaca Piana Fiorentina, 09 Luglio 2021 ore 15:24

Licenziamenti alla Gkn: le prime reazioni della politica

Dopo la notizia trapelata stamani dell'apertura per il licenziamento di 422 lavoratori della Gkn di Campi Bisenzio la politica si è immediatamente attivata. Al momento, da quanto apprendiamo il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, insieme agli assessori della Giunta, è presente al presidio dei lavoratori.

Il commento di Campi a sinistra

"Ennesimo episodio sul nostro territorio: le istituzioni e la politica diano il massimo sostegno a ogni lotta che lavoratori e lavoratrici vorranno portare avanti - queste le dichiarazioni di Lorenzo Ballerini, Campi a Sinistra (Comune di Campi Bisenzio) e Dmitrij Palagi e Antonella Bundu, Sinistra Progetto Comune (Comune di Firenze) - un'azienda storica e importante del territorio metropolitano ha mandato una mail a fine settimana, a più di 420 persone, per comunicare la chiusura dal lunedì successivo: queste è lo stile con cui governano l'economia le realtà private che poi alla politica e alle istituzioni chiedono sgravi e aiuti. La notizia arriva improvvisa, in un modo che rende grave una decisione inaccettabile, lesiva di qualsiasi principio di dignità delle persone, a cui tutte e tutti dobbiamo rispondere in modo immediato, sostenendo ogni forma di lotta e mobilitazione che verrà messa in campo.  Non serviranno a nulla le note stampa e le dichiarazioni di intenti, se non ci sarà una pratica concreta che da oggi faccia di tutto per portare solidarietà e forza alla mobilitazione che i lavoratori e le lavoratrici sapranno mettere in campo".

Il commento di Forza Italia

"Una notizia terribile, inaccettabile, che strangola Campi Bisenzio e tutta l’area metropolitana. Nessuna forza politica può tacere dinanzi a questo disastro occupazionale, il Comune di Campi Bisenzio, la città Metropolitana, la Regione e il Ministero dello sviluppo si attivino immediatamente. Serve una forte risposta collettiva. Un'ondata di indignazione che deve riguardare tutti". Si esprimono così Paolo Gandola, consigliere della Città Metropolitana di Firenze e capogruppo di Forza Italia a Campi Bisenzio e Angelo-Victor Caruso, coordinatore comunale azzurro commentando la notizia trapelata stamani della dismissione dello stabilimento Gkn presente a Campi Bisenzio.

"Il Consiglio comunale di Campi Bisenzio sia prontamente informato al riguardo, chiedono i due esponenti, si convochino con urgenza i sindacati in commissione ed anche la Città Metropolitana di Firenze faccia altrettanto. Si apra subito il tavolo di crisi in Regione Toscana. Nessuna forza politica può tacere ed occorre porre in essere ogni sforzo per evitare la dismissione dello stabilimento. Un impegno forte e collettivo di politica e istituzioni va messo assolutamente in campo. Noi – hanno concluso – siamo pronti a schierarci al fianco dei lavoratori con le altre forze politiche per fare tutto quanto necessario ad evitare la chiusura dell’azienda".