Firenze

Liberazione di Firenze, Salvetti (Gkn): “Siamo persone fragili, abbiamo bisogno di insorgere insieme a tutti”

Si sta svolgendo in questi minuti la cerimonia in piazza Signoria per l’anniversario della Liberazione della Città di Firenze.

Liberazione di Firenze, Salvetti (Gkn): “Siamo persone fragili, abbiamo bisogno di insorgere insieme a tutti”
Cronaca Firenze, 11 Agosto 2021 ore 11:36

Liberazione di Firenze, Salvetti (Gkn): “Siamo persone fragili, abbiamo bisogno di insorgere insieme a tutti”

Si sta svolgendo in questi minuti la cerimonia in piazza Signoria per l’anniversario della Liberazione della Città di Firenze. Dopo l’intervento del sindaco Dario Nardella che ha precisato come sia un nostro dovere ricordare ciò che fu il regime fascista è poi intervenuto Dario Salvetti, operaio Gkn e rappresentante della Rsu.

“Abbiamo pensato a lungo cosa dire su questo palco - ha precisato Salvetti - in tutte le nostre mobilitazioni abbiamo sempre esposto la  bandiera della Brigata Sinigaglia ed abbiamo scelto uno slogan partigiano “insorgiamo”. Stamani alle 7 abbiamo partecipato ai rintocchi della Martinella.

Non so se con la nostra battaglia contro i licenziamenti disposti dalla proprietà dello stabilimento Gkn di Campi Bisenzio, saremo cronaca o storia. Siamo persone fragili, dietro a chi si è messo in assemblea permanente per difendere con il corpo lo stabilimento,  ci sono mutui, affitti, famiglie che ti incoraggiano o a volte non capiscono. La storia, d’altronde, è fatta di persone fragili, la Liberazione è un processo che continua, quel processo è ancora più necessario oggi quando  vogliamo tornare alla catena di montaggio, al reparto costruzione e macchina. Io oggi sono qui a parlare con voi ma vorrei essere alla cella 15 ad assemblare pezzi, noi avevamo un corpo di diritti,  con il licenziamento di 422 operai, la proprietà ha distrutto non solo una funzione produttiva ma un corpo di diritti e dentro quel corpo dei diritti  c’è il diritto a resistere perché quando manca il diritto subentra l’autocensura.
Forse - ha concluso - tutto il mondo contribuisce ad andare verso la chiusura della Gkn, per questo noi proveremo a cambiare il mondo, d’altronde, non c’è stata data altra scelta di provarci.
Non possiamo farlo da soli, dobbiamo insorgere insieme”.

La cerimonia continua in Piazza Signoria

Al momento la cerimonia sta continuando a Firenze con l’intervento della sindaca di Marzabotto. Stasera alle 20.30 è attesa la grande manifestazione degli operai della Gkn (e di tutti i solidali) con ritrovo in piazza Signoria a Firenze.

GUARDA LE FOTO

9 foto Sfoglia la gallery