poggio a caiano

In corso la sanificazione degli spazi pubblici

Niente chiusura dei giardini pubblici: c'è chi ha bisogno di camminare per problemi di salute

In corso la sanificazione degli spazi pubblici
Prato, 17 Marzo 2020 ore 14:37

In corso a Poggio la sanificazione degli spazi pubblici. Giardini e parchi pubblici restano aperti.

In corso la sanificazione degli spazi pubblici

Ha preso il via ieri l’intervento degli operatori di Alia per la sanificazione dei luoghi pubblici del territorio di Poggio a Caiano. In questi giorni gli addetti stanno disinfettando gli arredi pubblici come le panchine, i cestini dei rifiuti e i giochi per bambini dei giardini pubblici.
L’intervento di sanificazione è stato programmato per tutta la provincia di Prato e dopo il capoluogo è arrivato ora anche nel comune mediceo.

Attualmente non è prevista a Poggio la chiusura di parchi e giardini, tuttavia l’amministrazione comunale ribadisce che la sanificazione degli ambienti è una misura precauzionale, ma rimane fermo l’invito a stare a casa in questi giorni.

GUARDA LA GALLERY

6 foto Sfoglia la gallery

I giardini pubblici rimangono aperti

“A Poggio – sottolinea il sindaco Francesco Puggelli – non abbiamo chiuso l’accesso ai giardini pubblici, perché ci sono persone che hanno bisogno di fare ogni giorno attività all’aria aperta per motivi di salute. Tra i vari cittadini che mi hanno scritto in questi giorni, cito l’esempio di una donna incinta che, per problemi di circolazione, ha la precisa indicazione del medico di camminare mezzora al giorno per evitare la trombosi alle gambe. Voglio che questo sia un monito per tutti a stare a casa, a fare uno sforzo per andare incontro ai propri concittadini. Se tutti rispettiamo le regole, chi ha reale necessità di uscire potrà continuare a farlo limitando al massimo i rischi per la propria salute“.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: