GARA TPL

Il governatore della Toscana indagato per turbativa d’asta

Rossi: "Le accuse sono infamanti e ridicole. Aspetto il momento giusto per procedere a querelare i calunniatori a cui consiglio di prepararsi a pagare per le loro diffamazioni".

Il governatore della Toscana indagato per turbativa d’asta
Firenze, 17 Giugno 2020 ore 09:20

E’ arrivato un avviso di garanzia al governatore della Toscana Enrico Rossi dal’inchiesta della Procura sulla gara del trasporto pubblico locale. Oltre a lui altri sei indagati.

Il governatore della Toscana indagato per turbativa d’asta

E’ lo stesso presidente della Toscana Enrico Rossi sul suo profilo Facebook a darne notizia, commentando.

Anche lui adesso, oltre ad altri sette indagati, il 19 giugno dovrà nominare un consulente che partecipi in Procura all’analisi del materiale informatico relativo all’appalto sequestrato nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza.

Rossi è indagato per turbativa d’asta e come spiega lui stesso:

“Per quanto mi riguarda l’accusa è di avere rilasciato, il 13 novembre 2015, dichiarazioni sull’esito provvisorio della gara, prima della sua conclusione formale”.

Si allarga quindi l’inchiesta della Procura sulla gara del Tpl e intanto anche il consorzio Mobit rilascia un comunicato stampa proprio nel giorno in cui si ha la notizia dell’avviso di garanzia al governatore Rossi.

Oltre al governatore Enrico Rossi gli altri sei indagati nell’indagine che sta andando avanti sono: Riccardo Buffoni e Ivana Malvaso, funzionari della Regione, Patrizia Lattarulo, Gabriella Rorandelli, Stefano Pozzoli e Mario Sebastiani componenti della Commissione che ha decretato l’aggiudicazione ad Autolinee Toscane, la società del colosso francese Ratp, a scapito del consorzio Mobit.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità