CRONACA

I quattro rioni di Carmignano in piazza “Sognando San Michele…”

Anche quest’anno segnato dalla pandemia i quattro rioni del San Michele sono scesi in piazza in onore del santo patrono.

I quattro rioni di Carmignano in piazza “Sognando San Michele…”
Prato, 27 Settembre 2020 ore 12:43

Anche quest’anno segnato dalla pandemia i quattro rioni del San Michele sono scesi in piazza in onore del santo patrono. Non nella maniera consueta, con le sfilate del Teatro in Strada e il Palio dei ciuchi, ma con una manifestazione ad ingresso gratuito per celebrare i 40 anni di continuità della Festa (è dal 1980 che si svolge senza interruzioni), che ha preso il via ieri, sabato 26 settembre, e che proseguirà oggi, dalla mattinata fino alle 21, e martedì 29 settembre, giorno di San Michele, dalle 17 alle 23.

La Piazza animata di luci e colori

È grazie a “Sognando San Michele…”, questo il nome della manifestazione, che piazza Vittorio Emanuele II anche quest’anno si è animata di luci e colori, nel rispetto delle normative di sicurezza anti Covid, con i carretti costruiti per l’occasione dai 4 rioni – Bianco, Celeste, Giallo e Verde –, gli abiti più belli delle sfilate del Teatro in strada, la compagnia dei simpatici ciuchi, protagonisti ogni anno del Palio, le esibizioni del Gruppo Storico di Carmignano (che festeggia 10 anni), la mostra fotografica che ripercorre con immagini inedite i 40 anni consecutivi della Festa e le videoproiezioni, vero e proprio viaggio immersivo dentro il San Michele, oltre agli stand gastronomici.

«Non volevamo fermarci e lasciare uno spazio vuoto in corrispondenza del 2020 – spiega la presidente del Comitato organizzatore Silvia Borsi –. Anche se non è stato possibile realizzare la Festa vera e propria, abbiamo voluto creare un’occasione per rivivere insieme i momenti più belli del San Michele e respirare anche quest’anno quelle emozioni che ci uniscono. È anche un modo per ritrovarsi, in tutta sicurezza, dopo il periodo difficile del lockdown oltre che, attraverso le foto e le immagini di questi 40 anni, per ripercorrere la storia della Festa e raccontarla alle giovani generazioni».

Sono tanti infatti coloro che nella prima giornata della manifestazione si sono soffermati davanti alle immagini della mostra e delle videoproiezioni, rivedendosi giovani sfilare per il San Michele o riconoscendo parenti e amici. «È una bella emozione per noi adulti, ma anche per i ragazzi, che hanno vissuto la storia della Festa solo attraverso i racconti di genitori e nonni e non hanno mai avuto occasione di vedere tutte queste testimonianze insieme» afferma la presidente Borsi. Testimonianze come il primo manifesto originale del San Michele, risalente al 1984, in mostra per la ricorrenza. Le immagini più belle del San Michele sono state inoltre raccolte in un libro: una pubblicazione speciale in vendita nei giorni delle celebrazioni.

“Sognando San Michele…” continua oggi, fino alle 21, e martedì 29 settembre, dalle 17 alle 23. Per la giornata di chiusura, in cui si celebra San Michele, alle 19 appuntamento con la santa messa in piazza del Comune, officiata dal vescovo Fausto Tardelli e dal parroco di Carmignano Elia Matija e, alle 22, il gran finale con i fuochi d’artificio. Il ricavato della manifestazione sarà destinato a sostenere “La casa del Noi”, un progetto di solidarietà che sta per nascere a Carmignano.

Maggiori informazioni e il programma completo sulla Facebook “Festa San Michele Carmignano” e Instagram “festasanmichelecarmignano”.

dav
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità