CRONACA

Guardie zoofile Enpa al lavoro a Firenze: sanzionati proprietari di cani senza guinzaglio

Nell’ambito degli accertamenti sono  state contestate 12 sanzioni amministrative per le violazioni al Regolamento del Comune di Firenze n. 285/1999 e successive modificazioni per omessa detenzione al guinzaglio dei coni da loro condotti.

Guardie zoofile Enpa al lavoro a Firenze: sanzionati proprietari di cani senza guinzaglio
Cronaca Firenze, 13 Aprile 2021 ore 13:15

Estesa operazione di controllo delle guardie zoofile ENPA si è svolta nei gironi scorsi nei giardini pubblici del Comune di Firenze al fine di prevenire le problematiche relative alle aggressioni tra cani e il contenimento delle deiezioni nell’ambito del territorio comunale.

Le verifiche sono state particolarmente incisive nel territorio urbano e in particolare in P.za Santa Maria Novella, Piazza Oberdan, Piazza D’Azelio, Giardino Orticoltura, Piazza Giorgini, Piazza Savonarola, Le Cure, i controlli si sono protratti anche nel centro urbano ai fini di prevenire l’abbandono di deiezioni da parte dei conduttori dei cani, dove sono state controllate 37 persone con i loro ausiliari a seguito.

Dodici sanzioni

Nell’ambito degli accertamenti sono  state contestate 12 sanzioni amministrative per le violazioni al Regolamento del Comune di Firenze n. 285/1999 e successive modificazioni per omessa detenzione al guinzaglio dei coni da loro condotti.

I controlli sono stati incrementati in questo ultimo periodo dato il susseguirsi delle segnalazioni di aggressioni tra cani lasciati liberi di vagare nelle aree pubbliche senza il controllo diretto dei proprietari e per la mancata raccolta delle deiezioni dei loro cani.

Considerato il particolare periodo di austerità dovuto al protrarsi delle restrizioni del COVID 19, che hanno reso difficoltoso il problema della corretta convivenza civile questo Ente raccomanda un attento controllo degli animali al fine di evitare esose discussioni purtroppo dovute alle restrizioni economiche a cui tutti siamo soggetti per il protrarsi della pandemia.