CRONACA

Gli rubano il notebook: la Polizia di Stato lo ritrova in meno di un’ora nelle mani di un altro uomo denunciato per ricettazione

A Firenze continuano i servizi straordinari per contrastare i reati predatori e lo spaccio di stupefacenti: ieri denunciato pusher marocchino con hashish negli slip

Gli rubano il notebook: la Polizia di Stato lo ritrova in meno di un’ora nelle mani di un altro uomo denunciato per ricettazione
Cronaca Firenze, 11 Giugno 2021 ore 13:49

Aveva da poco subito il furto del proprio notebook in zona Porta al Prato, quando ha ricevuto una telefonata con la quale la Questura di Firenze lo ha avvisato del fatto che la Polizia di Stato lo aveva prontamente recuperato.

La disavventura per il legittimo proprietario del computer portatile rubato si è conclusa grazie all’intervento degli agenti del Commissariato di Rifredi, impegnati nei giorni scorsi in un servizio straordinario di prevenzione e controllo del territorio tra la Stazione Centrale e le Cascine.

L'intervento della polizia di Rifredi

Martedì pomeriggio l’attenzione dei poliziotti è stata attirata da un cittadino senegalese di 28 anni, già noto alle Forze di Polizia, che stava passeggiando nella zona della Stazione Santa Maria Novella proprio con un notebook sottobraccio.

Gli agenti in borghese hanno deciso di seguirlo sulla tramvia verso Porta al Prato. Una volta sceso l’uomo si è diretto in via Gabbuggiani dove è stato fermato per un controllo.

In poco tempo i poliziotti hanno scoperto che il computer aveva un codice di blocco: ulteriori verifiche hanno permesso di individuarne il legittimo proprietario.

Il 28enne senegalese è stato denunciato per ricettazione, mentre il notebook verrà restituito alla vittima del furto nei prossimi giorni.

Sempre durante questi servizi straordinari, mirati oltre a contrastare i reati predatori anche quello dello spaccio di sostanze stupefacenti, tra la Stazione, le Cascine la Fortezza da Basso la Polizia di Stato, grazie alle unità cinofile antidroga, ha rinvenuto e sequestrato 5 frammenti di hashish abbandonate a terra.

Proprio nei pressi della Fortezza gli agenti del Commissariato San Giovanni hanno infine denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti un cittadino marocchino di 22 anni sorpreso a vendere una dose hashish ad un suo cliente in cambio di 5 euro.

Il giovane pusher nascondeva altri 16 grammi dello stesso stupefacente negli slip.