cronaca

Furto in un negozio di via Bologna: arrestati due pregiudicati, uno italiano e uno egiziano

I due avevano preso borse di  note griffe nazionali, per un valore complessivo di circa 2.000 euro.  

Furto in un negozio di via Bologna: arrestati due pregiudicati, uno italiano e uno egiziano
Cronaca Prato, 09 Dicembre 2020 ore 13:46

Proseguono costantemente i mirati servizi di controllo del territorio del capoluogo pratese,  soprattutto con riferimento alla zona del centro cittadino, come noto di recente interessata da  episodi di furti e spaccate in danno di esercizi commerciali, che hanno comunque portato in  precedenti occasioni all’arresto o al deferimento dei soggetti autori di tali fatti delittuosi.

Furto in un negozio di via Bologna

L’azione di prevenzione si è svolta con particolare riferimento all’area urbana afferente la  Stazione Centrale di Prato, con la finalità di contrastare situazioni di illegalità, connesse  soprattutto al consumo e allo spaccio di stupefacenti,.

Tale attenta attività di prevenzione e monitoraggio del territorio, tesa anche a rafforzare la  percezione di sicurezza della cittadinanza, ha permesso nella notte compresa tra lunedì e  martedì scorsi, di sorprendere due noti pregiudicati resisi appena autori di una spaccata in  danno di un negozio di accessori di abbigliamento sito in via Bologna, in zona Coiano, dove  erano stati segnalati dei rumori sospetti provenire dall’interno dell’esercizio commerciale.

Il tempestivo arrivo di questa squadra Volante , permetteva di notare tre soggetti appena fuori  dal negozio, i quali alla volta della Polizia si davano immediatamente alla fuga a piedi. Inseguiti dagli Agenti, due di essi venivano bloccati con ancora in mano alcune borse griffate  di valore, appena rubate, mentre il terzo riusciva a far perdere le proprie tracce. La verifica del negozio consentiva di accertare che i ladri erano riusciti ad accedervi sfondando il  vetro della porta di ingresso con un tombino prelevato dalla strada, per poi appropriarsi di borse di  note griffe nazionali, per un valore complessivo di circa 2.000 euro.  

Condotti i due fermati in Questura ed identificati per un trentatreenne italiano, pluripregiudicato e  già condannato per reati specifici, di fatto s.f.d., e per un ventitreenne egiziano, irregolare sul T.N. con precedenti specifici per reati contro il patrimonio, venivano entrambi tratti in arresto nella  flagranza del reato di furto aggravato in concorso, mentre parte della refurtiva veniva recuperata e  restituita all’avente diritto.

I due arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati trattenuti presso le locali camere  di sicurezza, in attesa del rito direttissimo odierno

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità