Cronaca
CRONACA

"Danze" senza distanziamento e mascherine: il Questore Santarelli sospende la licenza per 7 giorni ad un locale di pubblico spettacolo di Firenze

Lo stesso locale è stato anche recentemente teatro di episodi di violenza richiamati nel provvedimento di sospensione della licenza.

"Danze" senza distanziamento e mascherine: il Questore Santarelli sospende la licenza per 7 giorni ad un locale di pubblico spettacolo di Firenze
Cronaca Firenze, 08 Ottobre 2021 ore 12:25

A partire dalla mezzanotte di oggi il Questore di Firenze Filippo Santarelli ha sospeso per 7 giorni la licenza ad un locale di pubblico spettacolo della periferia cittadina. Il “decreto” fa riferimento anche ad un recente articolo di stampa pubblicato nei giorni scorsi su un quotidiano che ha riportato una situazione di pericolo per la salute pubblica con centinaia di persone che danzavano nonostante il divieto previsto dai provvedimenti governativi emessi al fine di contrastare la pandemia da Covid-19, senza rispettare peraltro alcun distanziamento di sicurezza e indossare i previsti dispositivi di protezione individuale.

Gli accertamenti

In merito a quanto apparso sul quotidiano la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Firenze ha subito effettuato una serie di accertamenti acquisendo alcuni video della serata, dai quali è emerso proprio quanto descritto nell’articolo di giornale ovvero una moltitudine di giovani che danzavano senza alcun tipo di distanziamento e senza utilizzare le mascherine di protezione.

Sulla base di quanto emerso il Questore ha ritenuto quindi sussistere una situazione di pericolo per la sicurezza pubblica in quanto l’aver violato le disposizioni governative che vietano la riapertura dei locali di pubblico trattenimento danzante, avrebbe consentito, di fatto, che centinaia di persone si affollassero nel locale senza alcuna protezione, con grave nocumento per la salute dei cittadini in questo delicato periodo dovuto alla pandemia da Covid-19.

Lo stesso locale è stato anche recentemente teatro di episodi di violenza richiamati nel provvedimento di sospensione della licenza.

A fine giugno era infatti già stato emesso un provvedimento di sospensione dell’attività per 3 giorni a seguito di una violenta aggressione avvenuta all’interno e all’esterno del locale ai danni di un frequentatore da parte di alcuni avventori.

La scorsa estate le volanti della Questura di Firenze erano inoltre intervenute per altri episodi avvenuti sempre all’interno o all’esterno del locale.