Cronaca
Prato

Da commerciante pratese a fornitore di droga

Da commerciante pratese a fornitore di droga
Cronaca Prato, 02 Marzo 2022 ore 11:37

L’arresto è frutto di un’attività di monitoraggio del soggetto, ex commerciante per il covid e riciclatosi nel malaffare, che era solito sostare quasi per tutto il giorno nel quadrante cittadino compreso tra, la Stazione FF.SS. di Porta al Serraglio, tra la pista ciclabile del lungo Bisenzio e nel Centro Storico di Prato.

Da commerciante pratese a fornitore di droga

Questa mattina, 2 marzo 2022, intorno all' 1.30, in Prato, i militari del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale CC. in collaborazione con il Nucleo Cinofili CC. di Firenze arrestavano per “detenzione aggravata ai fini di spaccio di  stupefacenti” un 48 enne di Prato, celibe, disoccupato, incensurato, gia’ commerciante in citta’, poiche’, all’antecedenti ore 19.50 del 01.03.2022, controllato all’interno del borghetto denominato “il cantiere” a bordo della sua Alfaromeo MITO veniva trovato in possesso di gr. 4 “cocaina” suddivisi in 5 bustine, gr. 7,3 di “marijuana” in 2 bustine e gr. 6 di “hashish” in 2 analoghi involucri quindi, dalla conseguente perquisizione domiciliare, si rinvenivano altri gr. 5 di “cocaina” in una bustina, mezzo panetto di “hashish” di gr 52,3, due buste grandi di “cellophane” contenenti kg 1,750 d’infiorescenze di “marijuana” kg. 12 di “hashish”, frazionati in 120 panetti da gr 100 cadauno, a loro volta nastrati in 12 plichi da kg. 1, gr 200 (duecento grammi) di “hashish” in 2 panetti recanti l’immagine della “Tour Eiffel”, due bilancine elettroniche di precisione, materiale atto al confezionamento delle dosi ed € 1.910 in contanti, ritenuti provento dell’attivita’ di spaccio, ed il tutto, è stato sequestrato. il valore delle sostanze e’ stimato in € 116.170.

L’arrestato, espletate le formalità rito, comparirà in Tribunale a Prato per la convalida dell’arresto.

L’arresto è frutto di un’attività di monitoraggio del soggetto, ex commerciante per il covid e riciclatosi nel malaffare, che era solito sostare quasi per tutto il giorno nel quadrante cittadino compreso tra, la Stazione FF.SS. di Porta al Serraglio, tra la pista ciclabile del lungo Bisenzio e nel Centro Storico di Prato.

Anche questo settore cittadino, “mercato pratese degli stupefacenti”, è e sarà ormai aggredito quasi ogni giorno dalle attività investigative e di controllo del territorio dei carabinieri di Prato il cui impegno antidroga è continuo e costante con sequestri di stupefacente, denunce in stato di libertà ed arresti pressoché quotidiani.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter