UNA BRUTTA STORIA

Da anni maltrattava i genitori per acquistare la droga. Arrestato 20enne

Da anni maltrattava i genitori per acquistare la droga. Arrestato 20enne
Firenze, 14 Ottobre 2020 ore 14:38

Da anni stavano sopportando le vessazioni e i maltrattamenti del figlio che, affetto da disturbo del controllo degli impulsi, cui si era anche unita la tossicodipendenza, a margine di continue richieste di denaro per comprare la droga, li aveva ridotti a vivere in un insano clima di timore e di soggezione psicologica.

Da anni maltrattava i genitori

Non ce la facevano più due genitori e così si sono rivolti ai Carabinieri della Stazione di Firenze Peretola i quali, in diverse circostanze hanno effettuato interventi presso l’abitazione di via Baracca, e ai quali hanno formalizzato diverse denunce nei confronti del figlio. Non si trattava infatti di una situazione episodica quanto piuttosto di un quadro allarmante di degrado e violenza familiare: offese, minacce di morte, distruzione di oggetti della casa (porte, finestre, televisori, ecc), fino ad aggressioni fisiche con calci, pugni e ginocchiate, soprattutto all’indirizzo del padre che, in una circostanza, era costretto a recarsi al pronto soccorso per diverse fratture alla mascella e all’orbita destra causate dal figlio. Tutto questo dovevano sopportare i due genitori, a volte costretti a fuggire di casa, sempre a seguito del diniego alla dazione di denaro, il più delle volte utilizzato dal giovane, S.M. ormai 20enne, per acquistare la cocaina.
Nella giornata di ieri, gli stessi Carabinieri che hanno seguito il caso sin dall’inizio, quando il giovane era ancora minorenne, hanno posto fine alle sofferenza dei due genitori. A seguito delle denunce e dell’attività di riscontro effettuata dai militari dell’Arma, il G.I.P. presso il Tribunale di Firenze, dott. Fabio Frangini ha emesso, su richiesta del Sost. Procuratore della Repubblica di Firenze, dott.ssa Benedetta Foti, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di S.M. che, pertanto, è stato arrestato e condotto al Carcere di Sollicciano.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità