PRATO

Controlli ad un’azienda tessile. Arrestato titolare per sfruttamento manodopera clandestina

Controlli ad un’azienda tessile. Arrestato titolare per sfruttamento manodopera clandestina
Cronaca Prato, 05 Maggio 2021 ore 12:47

I militari hanno sospeso l’attività dell’azienda, a Prato, e contestato al titolare anche sanzioni amministrative per complessivi 42.320,00 euro.

Controlli ad un’azienda tessile

eri è stata una notte di controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Prato e del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro, che nell’attività ispettiva si sono avvalsi anche della collaborazione di personale dell’INPS di Prato.

A finire nel mirino degli operatori è stata un’azienda tessile operante in questa via Carlo Livi il cui titolare, un cittadino cinese di 33 anni, è finito in manette per il reato di sfruttamento di manodopera clandestina. I militari all’accesso in ditta hanno verificato che degli 11 dipendenti impiegati 10 erano sprovvisti di regolare contratto di assunzione e 6 di loro addirittura clandestini. Proprio l’impiego di quest’ultimi ha qualificato la più grave sanzione penale punita con il deferimento all’Autorità Giudiziaria in stato di arresto in flagranza.

I militari hanno sospeso l’attività dell’azienda e contestato al titolare anche sanzioni amministrative per complessivi 42.320,00 euro. Accertato anche che all’interno dell’opificio non erano minimamente rispettati nemmeno i protocolli aziendali previsti per il contrasto e contenimento della diffusione del coronavirus. Per tali motivazioni sarà interessata anche la Prefettura di Prato per ulteriori e più stringenti provvedimenti di chiusura dell’attività.