CRONACA

Centro per i diritti del Malato di Prato: “Anche in città sarà adottata la legge che vieta di fumare in auto in presenza di minori o donne in gravidanza”

Sarà un percorso difficile da realizzare ma cercando di seguire l'esempio, di chi da alcuni anni lo ha già messo in atto, potremo iniziare con un piccolo vantaggio", dice Baldi.

Centro per i diritti del Malato di Prato: “Anche in città sarà adottata la legge che vieta di fumare in auto in presenza di minori o donne in gravidanza”
Cronaca Prato, 02 Gennaio 2021 ore 10:30

“Sembra che finalmente anche l’amministrazione della nostra città intenda adottare la Legge in oggetto, che prevede il divieto di fumare anche in auto private in presenza di minori e di donne in stato di gravidanza. Da quanto apprendiamo, è previsto ancora un breve periodo di “rodaggio” prima dell’applicazione della Legge del febbraio 2016″, dice Fabio Baldi del Centro per i Diritti del Malato di Prato/CittadinanzAttiva Toscana.

La legge Lorenzin

Dal 1 Febbraio 2021, saranno applicate le regole previste dalla “Legge Lorenzin” e quindi chi non raccoglierà le deiezioni dei cani e chi getterà a terra gli scontrini, piccole carte, gomme masticate, bottigliette di plastica, mascherine (D.I.P.), rifiuti di piccolissime dimensioni e i mozziconi di sigarette e/o sigari, “danneggiando il decoro della città”, potranno essere sanzionati fino ad un massimo di €300,00.
Tutto questo nelle piazze, nelle vie della città, nelle periferie e nei parchi pubblici.

Come ben sappiamo il problema è culturale e quindi i possessori di cani dovranno sempre essere muniti di palette e sacchettini per raccogliere le deiezioni degli Amici a quattro zampe, mentre i fumatori dovranno sempre disporre di posacenere portatili per non gettare a terra ii propri mozziconi, come da tempo avviene in molti altri Paesi.

“In anni recenti abbiamo già vissuto “piccole rivoluzioni culturali” come l’indossare correttamente il casco in moto e allacciarsi la cintura in auto; senza dimenticare il più recente “indossare correttamente la mascherina”. Sarà un percorso difficile da realizzare ma cercando di seguire l’esempio, di chi da alcuni anni lo ha già messo in atto, potremo iniziare con un piccolo vantaggio.
Tenendo ben presente che dovremo credere davvero, in quello che vogliamo realizzare nel centro cittadino, come nelle frazioni e nei parchi pubblici”, prosegue Baldi.

Il 31 maggio 2021, Giornata Mondiale contro la dipendenza dal tabacco, potremo fare una prima verifica sui concreti risultati dell’iniziativa locale. Il Consiglio Comunale di Milano ha approvato di recente il nuovo “Regolamento per la qualità dell’aria” che dal gennaio 2021, vieta il fumo di sigaretta all’aperto tranne che in luoghi isolati. Si potrà fumare solo in un raggio di 10 metri da altre persone, senza gettare a terra i mozziconi.

Il Consiglio Comunale di Prato, il 10 ottobre 2013, aveva precorso i tempi approvando all’unanimità (solo un astenuto) una mozione contro il fumo, presentata insieme, da due medici appartenenti alla maggioranza e all’opposizione. “Purtroppo, rimase solo un bel sogno nel cassetto ! Fiduciosi che questa volta il sogno si realizzi, restiamo a disposizione seguendo attivamente gli sviluppi, con l’occasione si inviano sinceri saluti e voti per un sereno 2021”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità