Scandicci

Carcere di Sollicciano, Toccafondi (IV): “Sollicciano struttura con problemi strutturali complessi, serve carcere ex novo”

Secondo il deputato di Italia Viva Solliccinao è una struttura dispersiva, vetusta, con problemi profondi e a poco serviranno i lavori in corso d’opera alla facciata.

Carcere di Sollicciano, Toccafondi (IV): “Sollicciano struttura con problemi strutturali complessi,  serve carcere ex novo”
Cronaca Firenze, 13 Agosto 2021 ore 15:48

Carcere di Sollicciano, Toccafondi (IV): “Sollicciano struttura con problemi strutturali complessi, serve carcere ex novo”

Riceviamo e pubblichiamo la nosta stampa dell'on. Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva.

"Oggi ho fatto visita alla Casa circondariale di Sollicciano. Tante le problematiche causate da una struttura nata male e, nonostante la professionalità della dirigenza, della polizia penitenziaria e di chi come educatori e personale sanitario ci lavora, i problemi sono evidenti e seri” ha dichiarato Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva.

“Sollicciano è una struttura dispersiva, vetusta, con problemi profondi e a poco serviranno i lavori in corso d’opera alla facciata. È assolutamente necessario che la comunità rifletta se sia il caso di creare una struttura ex novo. Al termine della visita di oggi non posso che fare un grande plauso alla direzione, alla polizia penitenziaria e al personale sanitario per come stanno affrontando tempi difficili come quelli che stiamo vivendo con la pandemia in corso. Voglio anche complimentarmi con gli educatori, gli insegnanti e l’ufficio scolastico per l’offerta educativa e formativa data all’interno della struttura, preziosissima per combattere il rischio di recidiva, ricordando che la stessa Costituzione parla di ruolo educativo della pena detentiva” ha continuato il deputato.

“Il carcere è un luogo difficile, dove le tensioni sono quotidiane. Abbiamo, però, constatato che il personale della polizia penitenziaria, nonostante il lavoro non semplice, lo svolge con attenzione e scrupolo. In un momento in cui notizie di stampa riportano episodi sconcertanti che vanno puniti, è doveroso sottolineare l’impegno della stragrande maggioranza degli operatori” ha concluso Toccafondi.