NOVITA'

Carabinieri di Firenze arrestano due…ex carabinieri del Nas di Firenze, già sospesi e ai domiciliari: avevano chiesto 8mila euro a un odontoiatra per chiudere un occhio su una indagine

L’indagine trae origine dall’arresto in flagranza eseguito dalla stazione carabinieri di Lastra a Signa il 30 aprile 2020 nei confronti dei due militari dell’Arma ed un “intermediario”.

Carabinieri di Firenze arrestano due…ex carabinieri del Nas di Firenze, già sospesi e ai domiciliari: avevano chiesto 8mila euro a un odontoiatra per chiudere un occhio su una indagine
Firenze, 20 Novembre 2020 ore 10:49

Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Firenze hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare, delle quali due agli arresti domiciliari e due in carcere.
I provvedimenti riguardano due Carabinieri, già effettivi al NAS di Firenze, attualmente sospesi dal servizio ed agli arresti domiciliari, un appartenente all’AISE e già Maresciallo della Guardia di Finanza, nonché un viticoltore.

I reati contestati

I provvedimenti cautelari personali sono stati emessi dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale Fiorentino Dr. Piergiorgio Ponticelli, a seguito dell’accusa di aver richiesto in più occasioni somme di denaro contante necessarie a scongiurare ben più gravi conseguenze riscontrate nel corso di verifiche ispettive peraltro poste nei confronti di plurime attività commerciali.

I reati contestati vanno dal peculato, concussione ed induzione indebita a dare o promettere utilità, al falso in atto pubblico.
L’indagine, coordinata dapprima dalla Dr.ssa Pietroiusti e successivamente dal Dr. Pirozzoli, Sostituti Procuratori della Procura della Repubblica di Firenze, diretta dal Procuratore, Dr. Giuseppe Creazzo, trae origine dall’arresto in flagranza eseguito dalla Stazione Carabinieri di Lastra a Signa il 30 aprile 2020 nei confronti dei due militari dell’Arma ed un “intermediario” che, in quell’occasione, si fecero consegnare da un medico odontoiatra la somma di euro 8.000 per scongiurare la minacciata chiusura dell’esercizio.

A seguito degli arresti operati nell’aprile 2020, molti imprenditori hanno inteso denunciare di essere state vittime di analoghi episodi.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità