CRONACA

Borseggia un anziano turista in pieno centro a Firenze: arrestato dalla Polizia di Stato

Una signora di 90 anni invece ha chiamato la Polizia di Stato dicendo di essere sola in casa: gli agenti l'hanno consolata...portandole del gelato

Borseggia un anziano turista in pieno centro a Firenze: arrestato dalla Polizia di Stato
Cronaca Firenze, 27 Luglio 2021 ore 15:41

Con la scusa di farsi cambiare degli spiccioli ha borseggiato un turista in via degli Avelli: la Polizia di Stato, impegnata in uno specifico servizio di contrasto ai reati predatori nel centro storico, è subito intervenuta sorprendendo all’opera il responsabile del gesto. In manette, con l’accusa di furto con destrezza, è finito un cittadino romeno di 40 anni.

Nel primo pomeriggio di ieri, i “Falchi” della Squadra Mobile hanno visto l’uomo, già noto alle Forze di Polizia, proprio mentre chiedeva di farsi cambiare delle monete in strada ai turisti che incrociava.

Un romeno di 40 anni

Gli agenti hanno monitorato tutti i suoi movimenti fino a quando il sospetto è entrato in azione fermando un anziano turista.

Appena il malcapitato ha tirato fuori il portafogli per prendere le monete, il borseggiatore ha coperto i movimenti delle sue mani con una mappa cittadina e in pochi attimi è riuscito a sfilargli una banconota da 100 euro.

Una volta messo a segno il colpo, concluso anche con una pacca sulla spalla della vittima, il 40enne si è allontanato velocemente verso la galleria commerciale della stazione dove è stato poco dopo fermato dalla Polizia.

90enne chiama la Polizia di Stato: sono sola in casa… Soccorsa dagli agenti

È successo ieri pomeriggio nel quartiere dell’Isolotto a Firenze. Una signora di 90 anni ha chiamato la Polizia di Stato dicendo di essere sola in casa, inizialmente senza specificare altro.

La Sala Operativa della Questura ha subito mandato una volante a verificare le condizioni dell’anziana.

Quando gli agenti hanno bussato alla sua porta l’hanno trovata in buona salute ma hanno comunque deciso di dedicarle qualche minuto in più per capire a fondo il motivo di quella insolita chiamata sulla linea di emergenza.

Dopo aver scambiato qualche parola i poliziotti hanno subito compreso che la donna si sentiva sola e che in quel momento aveva bisogno di attenzioni.

Così, parlando, è venuto fuori che aveva anche una gran voglia di qualcosa di fresco.

Gli agenti non ci hanno pensato due volte e in pochi minuti è arrivata un’altra pattuglia con una vaschetta di gelato.

La signora ha sorriso e ha trascorso con gioia qualche altro minuto con i suoi nuovi amici in divisa.