Cronaca
Firenze

Ambulante scatta una foto all’uomo che l’aveva derubato all’Isolotto, lo insegue fino alle Cascine e lo fa arrestare dalla Polizia di Stato

Nel primo pomeriggio di ieri, con l’accusa di rapina impropria, la Polizia di Stato ha arrestato un 35enne napoletano.

Ambulante scatta una foto all’uomo che l’aveva derubato all’Isolotto, lo insegue fino alle Cascine e lo fa arrestare dalla Polizia di Stato
Cronaca Firenze, 24 Settembre 2022 ore 16:31

Ambulante scatta una foto all’uomo che l’aveva derubato all’Isolotto, lo insegue fino alle Cascine e lo fa arrestare dalla Polizia di Stato

Nel primo pomeriggio di ieri, con l’accusa di rapina impropria, la Polizia di Stato ha arrestato un 35enne napoletano.

L’uomo, già noto alle Forze di Polizia, è stato fermato in viale Fratelli Rosselli dagli agenti delle volanti e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana. In tasca aveva una 60ina di euro, rubati poco prima - secondo quanto ricostruito - ad un ambulante di origine senegalese all’Isolotto.

Quest’ultimo, in regola con gli obblighi sul soggiorno, ha raccontato agli agenti di non avere al momento un lavoro, dovendosi arrangiare vendendo fazzoletti, accendini, calzini e piccoli oggetti fuori dagli esercizi commerciali della periferia cittadina.

Ieri si era messo all’ingresso di un centro commerciale di via dell’Argingrosso, quando improvvisamente avrebbe visto allontanarsi un uomo in bicicletta con in spalla lo zaino con dentro tutte le sue cose; il malcapitato lo aveva poggiato a terra dietro ad una porta per non intralciare i clienti dell’esercizio.

Il cittadino straniero non si è dato per vinto

È saltato in sella alla sua bici e poco dopo ha rintracciato il fuggitivo nei giardini pubblici di via Michetti.

La vittima si è avvicinata di soppiatto e, prima di cercare di riprendersi il maltolto, ha scattato con il telefonino una foto all’autore del furto. Nel frattempo il campano avrebbe invece svuotato lo zaino prendendosi solo i soldi contenuti all’interno, reagendo poi alle attenzioni della controparte con calci e pugni.

A questo punto il malvivente, dopo aver trasformato il furto in rapina, si è nuovamente allontanato verso le Cascine.

Il cittadino senegalese, determinato comunque a riprendersi i suoi risparmi, gli è corso dietro in bicicletta all’interno del parco, fino a quando ha incrociato degli agenti della Polizia di Stato ai quali ha subito spiegato tutta la vicenda, mostrando anche la foto scattata poco prima.

I poliziotti hanno immediatamente fermato il fuggitivo, che dopo essere stato “immortalato” dalla sua vittima, si era addirittura cambiato la maglia, pensando forse di passare inosservato e di farla così franca. La Polizia ha restituito il denaro rubato al legittimo proprietario.

Sempre nel pomeriggio, oltre ad una serie di mirati controlli alle Cascine, le volanti della Questura di Firenze e le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana hanno effettuato attente verifiche anche intorno alla zona di San Jacopino e a Novoli.  Complessivamente sono state identificate 170 persone - tra le quali 44 automobilisti - denunciati 2 cittadini stranieri e, infine, sequestrato oltre mezzo etto di droga, tra hashish e cocaina.

 

Seguici sui nostri canali