IL BOLLETTINO MEDICO AGGIORNATO

Alex Zanardi: l’ultimo aggiornamento dall’ospedale

Si parla di condizioni stabili. Resta grave il quadro neurologico.

Alex Zanardi: l’ultimo aggiornamento dall’ospedale
Firenze, 20 Giugno 2020 ore 13:55

Grave incidente per Alex Zanardi nel pomeriggio di venerdì 19 giugno a Pienza.

Alex Zanardi: l’ultimo aggiornamento

Il pilota, secondo le prime ricostruzioni, è rimasto ferito gravemente durante una delle tappe della staffetta di «Obiettivo tricolore», con atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. Per cause in corso di accertamento il mezzo del pilota  è andato a collidere contro un autocarro che proveniva dalla direzione opposta. Sul posto i vigili del fuoco e Carabinieri. Questi ultimi stanno facendo verifiche sulle modalità organizzative della manifestazione.
Ultimo bollettino medico dell’atleta parla di condizioni stabili. Resta grave il quadro neurologico.

“In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato dalle ore 18 del 19 giugno in gravissime condizioni al policlinico Santa Maria alle Scotte a seguito di incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili. E’ intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico”.

Così il bollettino medico dell’ospedale Le Scotte di Siena diffuso stamani sulle condizioni di Alex Zanardi.

Secondo il ct della nazionale paralimpica, Mario Valentini, Zanardi, nonostante il forte trauma alla testa, sarebbe stato sempre cosciente fino all’arrivo dei sanitari. Come riporta Repubblica, respirava autonomamente, seppur a fatica. È stato trasportato in elisoccorso a Le Scotte di Siena. Terminata l’operazione, Zanardi è stato trasferito in terapia intensiva.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità