Menu
Cerca
GIA' BECCATO

Alcol a minori: sospesa licenza per 15 giorni a un'attività del centro di Firenze

Alcol a minori: sospesa licenza per 15 giorni a un'attività del centro di Firenze
Cronaca Firenze, 02 Giugno 2021 ore 14:28

Già il 18 maggio l’esercizio era stato destinatario di medesimo provvedimento di sospensione della licenza per 7 giorni, adottato a seguito dell’intervento della Polizia di Stato, avvenuto il precedente 15 maggio, presso il Pronto Soccorso di un ospedale cittadino ove era stata trasportata una 13enne in stato di semincoscienza per abuso di alcol somministrato dell’esercizio in questione senza che nessuno si accertasse della sua età.

Alcol a minori: sospesa licenza

Da oggi è scattata la sospensione della licenza per 15 giorni per un pubblico esercizio del centro cittadino disposta, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S., dal Questore di Firenze Filippo Santarelli.

Il provvedimento, notificato ieri all’esercizio dalla Divisione Polizia Amministrativa della Questura fiorentina, è stato adottato a seguito di controlli effettuati dalla Polizia di Stato sabato 29 maggio, nel corso dei quali gli agenti hanno sorpreso il titolare mentre somministrava cocktail a minori di 16 anni.

Già il 18 maggio l’esercizio era stato destinatario di medesimo provvedimento di sospensione della licenza per 7 giorni, adottato a seguito dell’intervento della Polizia di Stato, avvenuto il precedente 15 maggio, presso il Pronto Soccorso di un ospedale cittadino ove era stata trasportata una 13enne in stato di semincoscienza per abuso di alcol somministrato dell’esercizio in questione senza che nessuno si accertasse della sua età.

Il perseverare nella sistematica attività di mescita di alcolici a minori, come ha evidenziato il Questore di Firenze nel provvedimento a sua firma, fa emergere una situazione di pericolosità tale da indurre ad intervenire con più incisività nei confronti dell’esercizio, sussistendo tuttora le condizioni di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica per l’allarme sociale provocato da una simile condotta, che mette a rischio la salute dei giovanissimi clienti.