Abusi edilizi a Signa: denunciate quattro persone

Avevano realizzano due piazzali in area agricola senza titoli abilitativi, ora rischiano fino a due anni di reclusione.

Abusi edilizi a Signa: denunciate quattro persone
Cronaca Piana Fiorentina, 14 Febbraio 2019 ore 16:26

Denunciate quattro persone per abusi edilizi a Signa.

I militari della Stazione carabinieri forestali di Ceppeto hanno effettuato un sopralluogo nel comune di Signa  in via Pistoiese, presso un’attività commerciale, insieme al personale dell’Ufficio programmazione territorio del Comune di Signa. Alla presenza del legale rappresentante della ditta i militari sono acceduti a due piazzali (totale superficie mq. 3900) di recente realizzazione a servizio dell’attività commerciale. Dalla verifica della documentazione presente presso l’ufficio programmazione territorio del Comune di Signa, è emerso che le opere erano state realizzate in assenza di titolo abilitativo, in area a destinazione agricola. I piazzali erano stati realizzati con il riporto di ingenti quantità di inerti (terre frammiste a riciclato).

Le opere in questione sono risultate completamente in difformità da quanto previsto nella Cila (Comunicazione inizio lavori asseverata) presentata dal committente, inoltre le stesse sono risultate non ammissibili dalla strumentazione urbanistica vigente in quanto, non vi evincono i fini agricoli in considerazione dell’utilizzo attuale della stessa e soprattutto dal materiale di riporto utilizzato (inerti). Inoltre non sono state rispettate le condizioni del superamento della pericolosità idraulica, considerato che l’area in esame ricade completamente nella classe più elevata di rischio; non nono state rispettate neanche le fasce di rispetto stradali sia della viabilità esistente (via Pistoiese) che quelle di progetto del regolamento urbanistico comunale.

Per i fatti accertati sono state deferite all'Autorità Giudiziaria quattro persone. Rischiano fino a due anni di reclusione ed un ammenda fino a 51.000 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Guardie Mediche arrivano dispositivi di protezione a Pistoia