Attualità
CRONACA

Serristori, da oggi riparte l’attività in sede. Ambienti riqualificati nei locali che ospitano anche il nuovo impianto di biosmosi

Dializzati già sottoposti a terza dose. La direttrice: “Grazie all’Annunziata e al Mugello”

Serristori, da oggi riparte l’attività in sede. Ambienti riqualificati nei locali che ospitano anche il nuovo impianto di biosmosi
Attualità Firenze, 28 Settembre 2021 ore 12:12

Riprende oggi l'attività del reparto di dialisi dell'ospedale Serristori, dopo l'interruzione di alcuni giorni per realizzare il rifacimento della pavimentazione e la tinteggiatura delle pareti. Si completa, in questo modo, il programmato intervento di riqualificazione, iniziato in primavera, e che ha portato anche alla sostituzione dell'impianto di biosmosi esistente con uno di ultima generazione. In concomitanza con la sistemazione del nuovo impianto, anche gli ambienti del reparto sono stati riqualificati attraverso piccoli lavori edili che da questa mattina restituiranno all’ospedale di Figline una sala dialisi più accogliente. La dialisi del Serristori sarà seguita da Giuseppe Ferro, vicedirettore anche della struttura di Nefrologia e Dialisi dell’ospedale Santa Maria Annunziata e del Mugello che, insieme a quella del Serristori, è diretta da Pietro Dattolo.

I tempi

Per i tempi che sono stati necessari a completare gli interventi nei locali dove vengono effettuate le sedute dialitiche, i pazienti in cura al Serristori sono stati presi in carico dalla dialisi dell’ospedale Santa Maria Annunziata e dell’ospedale del Mugello. Tutti questi pazienti nel corso della sorsa settimana hanno già effettuato la terza dose aggiuntiva di vaccino antiCovid come raccomandato dalla Regione Toscana.

“Ringrazio il personale medico e infermieristico delle tre dialisi afferenti alla struttura di nefrologia e dialisi diretta dal dottor Pietro Dattolo – dichiara la direttrice dell’ospedale, Claudia Capanni – per l’organizzazione e la collaborazione messe in atto per consentire la riqualificazione del Centro dialitico di Figline”.