Firenze

Publiacqua: "Ancora in corso le operazioni di apertura su viale Matteotti"

Concluse nella notte le operazioni di riapertura dell'acqua sul cantiere tra viale Lavagnini e viale Strozzi.

Publiacqua: "Ancora in corso le operazioni di apertura su viale Matteotti"
Attualità Firenze, 11 Agosto 2021 ore 12:47

Publiacqua: "Ancora in corso le operazioni di apertura su viale Matteotti"

Si prolunga invece oltre il previsto la medesima operazione sul cantiere gemello in viale Matteotti dove, per problemi tecnici intervenuti nelle ore notturne, i lavori sono in ritardo sulla tabella di marcia.

Al momento sono in corso le operazioni di sfiato su viale Matteotti e cioè le operazioni necessarie a far uscire l'aria dalla nuova condotta. Appena terminate tali operazioni inizieranno quelle di riapertura graduale dell'acqua che richiederanno alcune ore.

Abbassamenti di pressione anche nella Piana

Per questo motivo, rimangono sotto attenzione per abbassamenti di pressione e mancanze d'acqua le zone già interessate dal lavoro sui Comuni di: Firenze (in particolare le zone del Sodo e Rifredi), Agliana, Calenzano, Campi Bisenzio, Montemurlo, Prato e Quarrata.

Su questi Comuni si mantiene un alto livello di attenzione e si confermano per tutto il pomeriggio le misure già attuate in questi giorni ed anche il ricorso ad una gestione del servizio su fasce di erogazione. Grazie all'apertura ultimata della condotta su viale Lavagnini, non saranno più interessati dal lavoro i seguenti Comuni: Pistoia, Serravalle Pistoiese, Sesto Fiorentino, Carmignano, Poggio a Caiano, Signa, Lastra a Signa, Scandicci.

Publiacqua ribadisce l'appello ai cittadini dei comuni coinvolti per un consumo responsabile ed attento dell'acqua, evitando tutti gli usi non idropotabili ed igienico sanitari. La loro collaborazione fino ad ora è stato fondamentale e prezioso e lo sarà anche nelle prossime ore. In queste ore stiamo infatti verificando una ripresa sensibile dei consumi nelle aree interessate che può comportare una riduzione della risorsa a disposizione per garantire il rispetto delle fasce suddette e quindi anche l’erogazione alle abitazioni site ai piani alti e prive di autoclave.