Attualità
Provincia di Prato

Partita la raccolta di farmaci in favore dei profughi ucraini da parte dei volontari della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato

Partita la raccolta di farmaci in favore dei profughi ucraini da parte dei volontari della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato
Attualità Prato, 15 Aprile 2022 ore 08:58

Per i prossimi due mesi, al sabato a girare nelle sedici farmacie Lloyds presenti sul territorio della provincia di Prato.

Raccolta farmaci per profughi ucraini

Nelle farmacie Lloyds presenti sul territorio della provincia di Prato è partita la raccolta di farmaci in favore dei profughi ucraini. Al sabato saranno presenti, a girare nelle sedici farmacie del territorio, i volontari della Pubblica Assistenza “L’Avvenire” Prato con un banchino perché, chi lo desidera, possa acquistare farmaci da donare ai profughi. Le donazioni saranno portate a Leopoli, in Ucraina. L’iniziativa avrà la durata di due mesi.

 

“I farmaci – sottolinea Piero Benedetti, Presidente della Pubblica Assistenza L’Avvenire – sono uno strumento necessario sia in tempo di pace e a maggior ragione in tempo di guerra. Abbiamo sentito per questo la necessità di aiutare anche con questa iniziativa la popolazione ucraina travolta dalla guerra. Il servizio è realizzato in collaborazione col Comune di Prato e Pratofarma, che hanno accolto l’idea con entusiasmo. Ringrazio sentitamente i volontari che si prestano al sabato a passare il loro tempo in farmacia per spiegare alle persone la destinazione di questi farmaci e selezionare e impacchettare i farmaci per essere poi trasportati in Ucraina”.

 

Il Sindaco di Prato, Matteo Biffoni, ha dichiarato: “Ringraziamo Pubblica Assistenza e Lloyds Farmacie che hanno permesso questa raccolta di medicinali per le popolazioni ucraine. Cercheremo di farli arrivare direttamente nei luoghi del conflitto e nei campi profughi. Chi può, chi ne ha l’occasione, chi ne ha l’opportunità e la facoltà, se ci dà una mano è veramente benvenuto. Perché lo sforzo è immenso e le popolazioni travolte dalla guerra ritengo che meritino almeno un piccolo aiuto da parte di ciascuno di noi”.

 

Da parte sua, Lorenzo Rocchi, Presidente Pratofarma ha aggiunto: “I protagonisti di questa iniziativa sono i volontari della Pubblica Assistenza che saranno nelle nostre sedici farmacie per raccogliere farmaci destinati alla popolazione ucraina che in questo momento sta soffrendo. Il canale è quello di ANPAS con il quale trasferiremo tutto il materiale raccolto a Leopoli, dove sarà distribuito alla popolazione che ne ha forte necessità.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter