Attualità
Firenze

Nuova vita ai capannoni dismessi di via Pisana: più spazio alla residenza con parcheggi, spazi verdi e nuova viabilità

Adottato il piano di recupero presentato dall’assessore Del Re.

Nuova vita ai capannoni dismessi di via Pisana: più spazio alla residenza con parcheggi, spazi verdi e nuova viabilità
Attualità Firenze, 13 Novembre 2022 ore 11:57

Nuova vita ai capannoni dismessi di via Pisana: più spazio alla residenza con parcheggi, spazi verdi e nuova viabilità                                                     

I capannoni abbandonati di via Pisana saranno recuperati per dare più spazio alla residenza con aree a verde, parcheggi, nuova viabilità e una riduzione della superficie edificata da 4500 a 3500 mq. E’ quanto prevede il piano di recupero che ha avuto il via libera della giunta di Palazzo Vecchio, su proposta dell’assessore all’Urbanistica Cecilia Del Re. Con la trasformazione, sarà realizzata anche una nuova strada di collegamento tra via Pisana e via Puligo e un fontanello di acqua ad alta qualità per migliorare i servizi nella zona.

“Un intervento che recupera a riconnette un’area abbandonata integrandola nel contesto abitativo della zona - ha detto l’assessore Del Re -, a tutto vantaggio della residenza, del verde e dei servizi di mobilità per il quartiere, così come previsto dalla pianificazione. Un’operazione che riduce i volumi edificati, abbattendo notevolmente i mq fabbricati e incrementando i mq destinati a verde pubblico. Il nuovo edificio si troverà in posizione semi-centrale all'area di trasformazione, seguendo lo schema e le indicazioni previste dalla scheda norma, con allineamento arretrato rispetto alla nuova viabilità, in continuità con l’edificio esistente e in ricucitura con il parco pubblico e gli orti sociali esistenti, secondo una logica di percorrenza finalizzata a favorire il senso di aggregazione e fruibilità da parte della collettività. La nuova strada rappresenterà un importante elemento di collegamento per i cittadini della zona, migliorando la viabilità nell’area”. 

“Siamo soddisfatti per questo piano di recupero che riqualifica e ricuce un pezzo del quartiere a cavallo tra Ponte a Greve e San Lorenzo a Greve - ha detto il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni -. La nuova strada sarà prettamente residenziale e ci sarà un nuovo verde pubblico che andrà ad integrare il parco rionale che è attualmente oggetto di un progetto di valorizzazione tramite il ReAct. Il nuovo fontanello di alta qualità e il cominciare finalmente ad eliminare la strettoia di viale Nenni sono un altro importante risultato di questa operazione urbanistica. Con il Collegio di Presidenza abbiamo infine raccomandato all'amministrazione di impegnare nel prossimo bilancio le risorse necessarie a completare il parco rionale anche nella parte nuova tra via Detti e viuzzo delle Case Nuove”. 

Il piano di recupero prevede la demolizione di tutti i fabbricati esistenti e una ricostruzione pari a 3.500 mq di superficie utile lorda, rispetto agli attuali 4.500 mq. L’intervento prevede la realizzazione di un nuovo edificio a uso residenziale composto da quattro piani fuori terra per complessive 50 unità immobiliari e la riqualificazione dell’area con l’inserimento di spazi a verde privato e spazi pubblici (parcheggi e verde) necessari per fornire comfort abitativo ai nuovi insediati e alla comunità limitrofa. Il piano prevede inoltre la realizzazione di una nuova strada di collegamento tra via Pisana e via Puligo in attuazione della scheda norma Viabilità Pisana/Fei.

Le varie prescrizioni

Tra le prescrizioni a carico del privato, è prevista la cessione dell’area a sud a confine con il ‘Giardino del viuzzo delle Case nuove’ libera dagli edifici esistenti e bonificata per una superficie di circa 800 mq, che andrà a completare il disegno del verde pubblico a sud; e la realizzazione del tratto di viabilità da via Pisana con innesto su via Puligo. Sarà a carico dell’operatore anche la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria relative al  primo tratto di viabilità, ai parcheggi e al verde pubblico interni all’area e al secondo tratto di viabilità con innesto su via Puligo. L'importo dovuto come monetizzazione è di circa 130mila euro, che andranno poi a finanziare un fontanello di alta qualità da realizzarsi nella zona limitrofa per 25mila euro e l’allargamento della carreggiata stradale in viale Nenni in prossimità dell’incrocio con via del Caravaggio, per la somma rimanente.

Seguici sui nostri canali