CRONACA

Libri, a Cantagallo si sperimenta il libero scambio nel verde: il 31 luglio a L’Acqua inaugurazione della biblioteca sociale

Con passeggiata tra i misteriosi sassi incisi del Limentra Ci sono già le esperienze del bosco di Cave e di Migliana

Libri, a Cantagallo si sperimenta il libero scambio nel verde: il 31 luglio a L’Acqua inaugurazione della biblioteca sociale
Attualità Prato, 24 Luglio 2021 ore 10:11

Scaffali colmi di libri destinati al libero scambio nel verde. Così il Comune di Cantagallo, con le associazioni del territorio, sperimenta la biblioteca sociale, esperienza che ha una lunga tradizione in Val di Bisenzio, ma che si rinnova con la formula di una condivisione nel verde, sotto il segno di un sapere sostenibile e legato all’ambiente. L’ultima biblioteca sociale è appena nata a L’Acqua, in uno scaffale realizzato a mano dove fa bella mostra di sé un simpatico gufo dall’aria saggia, scolpito da Luca Simoni. Verrà inaugurata ufficialmente sabato prossimo 31 luglio (ore 15,30) nel corso della passeggiata alla scoperta dei misteriosi sassi incisi del Limentra, che condurrà dalla terrazza sul fiume nel borgo al magnifico Sasso del Consiglio e che vedrà la partecipazione anche dell’archeologo Andra Capecchi.

Il progetto

Il progetto nasce dall’Associazione culturale L’Acqua ed è sostenuta dal comune di Cantagallo che in questo modo potenzia un’esperienza già presente sul territorio con la Biblioteca nel Bosco di Cave e la biblioteca popolare di Migliana.

“La biblioteca sociale nasce spontaneamente, dal basso, da una riflessione sul ruolo delle biblioteche - sottolinea l’assessore alla Cultura Maila Grazzini - è una modalità speciale e significativa di fare cultura nei nostri contesti territoriali diventando punto d’incontro, accoglienza, conoscenza e cardine di coesione sociale. Un modo per riconoscere le peculiarità del nostro territorio, un bene comune da promuovere e valorizzare. La collaborazione con le associazioni locali ed il volontariato anima e stimola la vita della comunità attraverso lo scambio, la cura e la partecipazione”.

L’idea della biblioteca è di Nadia Turchi ed è stata subito raccolta dall’Associazione culturale l’Acqua. “La nostra missione è quella di prendersi cura e di valorizzare i beni comuni del borgo: l’oratorio ottocentesco di San Donato, la canonica, la terrazza-giardino”, spiega il presidente dell’associazione Roberto Ottanelli.

L’Iniziativa di sabato 31 luglio dedicata ai misteriosi sassi è promossa dal Comune di Cantagallo e dalla Fondazione CDSE in collaborazione con i Ragazzi del Limentra e l’associazione culturale L’Acqua. La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria. Per iscriversi collegarsi al sito www.cmvaldibisenzio.it, cliccando su Eventi in Val di Bisenzio prenotazioni. Per info 0574 931065/931064 – eventi@bisenzio.it.