Attualità
comunicato stampa

La luganese iSwiss acquista la rumena ALVA: è il momento giusto per investire.

Costituito un fondo di 20 milioni di euro per crediti ai soggetti più deboli. Sbagliato congelare gli investimenti per la guerra.

La luganese iSwiss acquista la rumena ALVA: è il momento giusto per investire.
Attualità 28 Marzo 2022 ore 14:27

La luganese iSwss acquista la Romena ALVA, si tratta di una delle più importanti acquisizioni sul mercato rumeno negli ultimi anni, già approvata dall’ente regolatore rumeno. ALVA è una finanziaria tra i leader in Romania, attiva da oltre vent’anni e specializzata nell’erogazione dei crediti al consumo sul mercato rumeno. La holding finanziaria iSwiss, in questo modo, inizia l’espansione sul mercato internazionale, come da proprio piano industriale e che porterà la società di deposito elvetica a concorrere, sul mercato globale, con gli altri brand della finanza svizzera, entro il 2025.

Si dichiara soddisfatto l’Amministratore Delegato Christopher Aleo che da Dubai commenta l'acquisizione. “L’acquisto di ALVA, una delle più importanti finanziarie rumene, ci consentirà di fare un ingresso immediato sul mercato rumeno ed offrire i nostri servizi finanziari anche sul mercato europeo. E’ simbolico che abbiamo deciso di perfezionare l’acquisizione proprio in questo momento, e nonostante i pareri contrari di diversi advisors che suggerivano di congelare ogni investimento. E’ vero: è  un momento difficile per l’Europa e anche di più per la Romania, vista la sua particolare vicinanza geografica ai luoghi della guerra, ma noi siamo fiduciosi in una rapida ripresa della crescita economica e siamo pronti a scommettere di tasca nostra. Dirò di più: i nostri analisti non prevedono alcuna recessione in Europa nemmeno se si dovesse acuire la crisi energetica e guardiamo al futuro con cauto ottimismo.”

iSwiss ha annunciato che la controllata ALVA estende i servizi di finanziamento e di accesso al credito, con particolare attenzione ai soggetti deboli, i cosiddetti  under banking ovvero soggetti esclusi dall’accesso al sistema bancario e/o creditizio anche a seguito di passate sofferenze nelle proprie esposizioni. iSwiss, continua il comunicato, costituirà un fondo dedicato di 20 milioni di euro dedicato a questa tipologia di utenti sul mercato rumeno che potrà accedervi con garanzie anche minime.

Riteniamo che gli operatori finanziari abbiano un obbligo morale di essere accanto ai consumatori, in questo difficile momento, e proprio nelle aree geografiche più esposte al rischio di un allargamento del conflitto. iSwiss farà la sua parte fino in fondo” - conclude Aleo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter