Menu
Cerca
Montemurlo

Il sindaco Calamai è guarito dal Covid e fa un appello alla vaccinazione dei fragili: «Necessario semplificare e accelerare»

Il sindaco Calamai è guarito dal Covid e fa un appello alla vaccinazione dei fragili: «Necessario semplificare e accelerare»
Attualità Prato, 20 Aprile 2021 ore 14:43

Da ieri il primo cittadino di Montemurlo ha ripreso la normale attività istituzionale in presenza. Il sindaco Calamai fa appello alla Regione perché velocizzi l’immunizzazione dei fragili e fragilissimi.« Continuo a ricevere segnalazioni da parte dei miei concittadini che ancora non avuto l’appuntamento per la vaccinazione».

Il sindaco Calamai è guarito dal Covid

Il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, è guarito dal Covid. La notizia della negativizzazione è arrivata domenica 18 aprile e in serata, sulla pagina Facebook del Comune, il sindaco lo ha annunciato ai propri concittadini:« Sono guarito dal Covid e mi sono negativizzato. Oggi (domenica scorsa n.d.r) sono passato dal municipio a prendere delle cose e devo dirvi che è stata una bella emozione ritornare finalmente alla normalità. Ancora una volta ringrazio tutti voi per la vicinanza e per gli innumerevoli messaggi, che mi hanno dato forza e mi hanno fatto sentire il vostro affetto. Grazie!».

Il ritorno in Comune

Da ieri, 19 aprile, il sindaco Calamai è ritornato alla normale attività istituzionale in presenza, anche se con gradualità. Il sindaco Calamai aveva accusato i primi sintomi della malattia lo scorso 8 marzo, poi l’ufficializzazione della diagnosi da Covid l’11 marzo. Per oltre un mese il sindaco Calamai è rimasto in isolamento ed ha lavorato dalla sua abitazione di Bagnolo senza mai lasciare la guida dell’amministrazione comunale di Montemurlo. In questo periodo il sindaco Calamai ha infatti partecipato a riunioni e incontri attraverso video conferenze e ha sempre seguito in prima persona l’attività amministrativa. Pur essendo a casa, il sindaco Calamai non ha mai rinunciato a far sentire la sua voce, soprattutto su temi cruciali come quello delle vaccinazioni:

«La priorità, l’ho ripetuto molte volte, è la vaccinazione degli over 80 e dei fragili per patologia. Purtroppo continuo a ricevere segnalazioni di miei concittadini a elevata fragilità che, pur essendosi registrati sul portale prima del 31 marzo non hanno ancora l’ sms con il codice di prenotazione di 8 cifre oppure che non riescono a trovare disponibilità sulle agende. – spiega Calamai – Una situazione della quale la Regione si deve far carico, eliminando velocemente ogni incertezza nel sistema di prenotazione, puntando sulla semplificazione delle procedure, dando un’accelerata decisa alla campagna vaccinale dei fragili e fragilissimi». Il sindaco Calamai infatti si dice preoccupato del ritardo nell’immunizzazione di queste persone che per patologia sono tra quelle che, in caso di infezione, rischiano di più:« Queste persone hanno il diritto di avere risposte certe, non si può farle aspettare ancora.- conclude Calamai- Continuerò a sollecitare la Regione, affinché si proceda con rapidità anche su questo fronte. I fragili sono quelli che rischiano di più ed è opportuno velocizzare, utilizzando le dosi di vaccino disponibili. La vaccinazione è l’unica arma efficace contro il virus, le ospedalizzazioni e le possibili conseguenze letali».