PRATO

Il cantiere del polo sportivo di San Paolo prosegue secondo i tempi previsti

Terminato il fabbricato, prossimo step la suddivisione interna.

Il cantiere del polo sportivo di San Paolo prosegue secondo i tempi previsti
Attualità Prato, 03 Settembre 2021 ore 16:50

Va avanti secondo il cronoprogramma stabilito il cantiere per la realizzazione del polo sportivo di San Paolo, dove questa mattina (1 settembre) è stato fatto un sopralluogo da parte del presidente della Provincia di Prato Francesco Puggelli e dell'assessore alle politiche ed edilizia sportiva del Comune di Prato Luca Vannucci. Ad illustrare lo stato di avanzamento del cantiere l’architetto Antonella Cacciato, direttore dei lavori. Presenti anche altri tecnici dell’amministrazione provinciale e il dirigente scolastico Paolo Cipriani.

GUARDA TUTTE LE FOTO DEL PROGETTO:

4 foto Sfoglia la gallery

San Paolo: cantiere prosegue secondo i tempi

Al momento attuale risulta completamente terminata la parte dei fabbricati delle due palestre ed è in corso la realizzazione dei massetti per i pavimenti, mentre la prossima fase è quella delle partiture interne e la definizione degli spazi dei vari ambienti. Il termine dei lavori è previsto nel giro di un anno, dopodiché si procederà con il collaudo e la verifica degli impianti.

Il polo sportivo, la cui superficie coperta è pari a circa 3.900 mq, sarà costituito da due palestre adiacenti, realizzate in modo da consentire una divisione funzionale tra le aree e con impianti e spogliatoi indipendenti.

L’intervento ha richiesto un investimento totale da più di 5 milioni di euro, tre dei quali messi a disposizione dalla Provincia di Prato (due milioni erogati tramite il Miur e 1.185.780,47 euro di risorse proprie), mentre il Comune di Prato ha investito i restanti 1.914.219,53 euro.

La struttura di maggior capienza, di proprietà della Provincia, sarà ad uso del polo scolastico e l’altra sarà di proprietà comunale, ma comunque a servizio degli studenti che potranno utilizzarla durante le fasce orarie scolastiche.

La grande area sportiva si configura come una vera e propria struttura polifunzionale non solo per la scuola ma per la città tutta, poiché al suo interno conterrà un centro sportivo, uno didattico e altri spazi ad uso ricreativo, utilizzato la mattina dagli studenti ed in orario pomeridiano e serale dalle società sportive che potranno svolgervi gli allenamenti e le competizioni, accogliendo così le diverse fasce di età grazie alle molteplici funzioni ed attività che possono essere inserite all’interno.

"Questo intervento si colloca tra i grandi progetti che come Provincia stiamo portando avanti nell’ambito delle strutture dedicate alla scuola e non solo – commenta il presidente della Provincia Francesco Puggelli -. Questo in particolare, che insieme al Comune di Prato stiamo realizzando a San Paolo, si candida a diventare una struttura tra le più belle e all’avanguardia del territorio, un grande impianto sportivo a beneficio non solo della scuola, ma di tutta la città e che darà risposta alla sempre maggiore richiesta di impianti sportivi. Un grande risultato che nel giro di un anno potrà vedersi realizzato, reso stato possibile grazie alla collaborazione tra Provincia e Comune, assieme a un finanziamento del Miur. Contiamo di poterlo mettere a disposizione della scuola e delle società sportive non appena conclusi i collaudi e le verifiche impiantistiche”.

"Questo intervento - afferma l'assessore allo sport del Comune di Prato Luca Vannucci- così importante per il mondo scolastico e per tutte le associazioni sportive della città, vedrà la nascita di una palestra completa, dedicata anche alla ginnastica artistica oltre alle altre discipline, dotata di tribune sulle quali ci auguriamo al più presto di poter assistere, senza limitazioni, a gare e attività sportive in generale. La creazione di questo plesso sportivo, i cui lavori procedono nei tempi stabiliti, è la miglior risposta alle richieste e alle esigenze del mondo scolastico e sportivo. La strada intrapresa è quella giusta”.

La struttura

La struttura è composta da tre blocchi, le due palestre e un blocco centrale destinato ad ospitare gli spogliatoi (sei in totale, di cui quattro per la palestra più grande e due per la più piccola) e i servizi accessori.

La palestra più grande ospiterà la pallacanestro, la pallavolo e il calcio a cinque e sarà corredata da una tribuna in grado di ospitare fino a 480 spettatori, oltre ad alcune postazioni a livello del piano di gioco per i disabili. Tale capienza consente di collocare l'impianto sportivo idoneo ad ospitare attività agonistica, ad esempio, della pallacanestro per un livello Silver 1 e attività della ginnastica in ambito nazionale, oltre ad altre discipline sportive.

La palestra posta ad ovest ospita invece lo spazio per la ginnastica artistica e ritmica, ed è corredata di una "buca", ovvero una vasca con una profondità di 1,50 m dal pavimento, riempita di materiale idoneo ad attutire i colpi, ed un'area con altezza interna libera pari a 15 metri minimo per il trampolino elastico.

Un altro spazio a fianco della palestra più piccola ospiterà gli spogliatoi per atleti e giudici di gara, oltre che ai locali ad uso accessorio, ciascuno dotato di servizi igienici e docce fruibili anche da disabili.

Le aree verdi

Una "corona verde" circonderà le due palestre con lo scopo di mitigare l'impatto visivo e percettivo che i due volumi di cemento hanno sull'ambiente circostante, oltre all'effetto della mitigazione climatica (soprattutto nella stagione estiva).