LA STRADA DELLA DISCORDIA

FiPiLi, Picchielli (lega): "Assurda la sua chiusura ai mezzi pesanti"

FiPiLi, Picchielli (lega): "Assurda la sua chiusura ai mezzi pesanti"
Attualità Firenze, 22 Giugno 2021 ore 16:33

Continua a far discutere la FiPiLi, la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno, tra frane, lavori in corso  e tanti disagi .

Picchielli (lega): "Assurda la sua chiusura ai mezzi pesanti"

"Come Lega sosteniamo CNA Fita Toscana e Confartigianato Trasporti Toscana, che si oppongono alla chiusura ai mezzi pesanti della Fi-Pi-Li prospettata dal governatore Giani a cui si aggiungono le affermazioni della sindaca di Lastra a Signa e anche delegata alla viabilità della Città metropolitana di Firenze, Angela Bagni, la quale ha annunciato che in settimana firmerà un’ordinanza per interdire il passaggio dei mezzi al di sopra delle 18 tonnellate nel territorio del suo Comune. La superstrada rappresenta uno snodo nevralgico per l’economia regionale e nazionale che permette la sopravvivenza economica degli insediamenti produttivi della nostra zona. Chiudere la superstrada solo ai mezzi pesanti, quindi, rappresenta una scelta illogica: la politica risulta incapace di prendere decisioni in modo obiettivo e così si continua ad additare i mezzi pesanti come dannosi per le infrastrutture e principali colpevoli dei disagi al traffico ed agli automobilisti, quando sono note le carenze strutturali della Fi-Pi-Li. Nonostante ci siano chiare certezze numeriche che scagionano suddetti mezzi in tal senso, tuttavia saranno solo determinate aziende a pagarne le conseguenze. Perché, dunque, si continua a indicare come unici e soli responsabili i mezzi pesanti? Le amministrazioni non sono disposte a dialogare e quindi sembra inevitabile lo scontro diretto anche a costo di scendere in piazza come annuncia il Presidente CNA FITA Toscana Michele Santoni. La chiusura della FI-PI-LI non è un danno solo alle imprese del settore autotrasporti ma a tutto il sistema industriale, commerciale, artigianale e sociale della Toscana. La Lega sostiene che si tratterebbe di un vero e proprio attacco al mondo delle aziende e ciò che è davvero inaccettabile è il fatto che le categorie non siano state coinvolte per un confronto su una tematica così essenziale. Inoltre il Presidente Giani, come afferma Elena Meini, Consigliere regionale della Lega, anziché lanciare solo “ipotetici progetti” relativi alla creazione di un tunnel nelle Apuane, dovrebbe preoccuparsi delle situazioni tangibili che da sempre sono presenti sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno e che ultimamente stanno creando immensi disagi alla popolazione locale che si sposta lungo l’arteria per lavoro, salute e anche alla ricerca di svago e relax".