La raccomandazione

"Acque non bussa alla porta": attenzione alle truffe dei falsi addetti

Il gestore idrico del Basso Valdarno ricorda che i propri tecnici non effettuano per alcun motivo sopralluoghi all’interno delle abitazioni.

"Acque non bussa alla porta": attenzione alle truffe dei falsi addetti
Attualità Val d'Elsa, 10 Agosto 2021 ore 10:38

"Acque non bussa alla porta": attenzione alle truffe dei falsi addetti

Si presentano alla porta fingendosi tecnici del gestore idrico, chiedendo di entrare in casa con la scusa di un’emergenza che in realtà non esiste. Il loro obiettivo è approfittarsi della buona fede del padrone di casa per farsi consegnare contanti o beni di valore. Come ogni anno, i tentativi di truffa da parte dei falsi addetti dell’acquedotto si intensificano nei mesi estivi, la maggior parte delle volte prendendo di mira le persone anziane, quasi sempre sole.

Negli anni scorsi, per contrastare lo spiacevole fenomeno, Acque aveva organizzato diversi cicli di incontri aperti al pubblico, per fornire indicazioni ai cittadini su come difendersi dalle truffe, con la collaborazione di sindacati pensionati, forze dell’ordine e amministrazioni locali del territorio. Con l’avvento del Covid non è stato possibile ripetere esperienze simili, ma il gestore idrico non perde occasione per ricordare che i propri addetti non effettuano mai sopralluoghi di alcun genere all’interno delle case, con l’obiettivo di favorire un passaparola di preziosi consigli da tenere a mente, per debellare o quantomeno limitare questi crimini, tra i più odiosi proprio perché perpetrati ai danni di persone quasi sempre indifese.

Gli addetti non entrano mai nelle case degli utenti

Anche quest’anno, il gestore idrico ribadisce come i propri addetti non entrino mai nelle case degli utenti, né per controllare la qualità dell’acqua, né per verifiche sull’impianto interno o sulle bollette, né per altri motivi. I tecnici di Acque si presentano a domicilio solo su espressa richiesta dell’utente e dopo aver concordato un appuntamento. Allo stesso modo, Acque non offre servizi per gli impianti privati e non propone l’acquisto di prodotti né telefonicamente, né porta a porta o su appuntamento, tanto meno chiedendo anticipi in denaro.

L'invito è quello di prestare massima attenzione

L’azienda invita i cittadini a prestare la massima attenzione e a segnalare alle autorità competenti eventuali tentativi di entrare in casa da parte di chi si spaccia per operatore del gestore idrico, ma anche telefonate sospette e offerte di servizi commerciali a nome di Acque. Maggiori informazioni sul sito web www.acque.net e sui canali social di Acque SpA.