Attualità
l'iniziativa

Il 1° ottobre un'asta di opere d'arte con raccolta fondi per il bimbo di Luana D'Orazio

Appuntamento per venerdì 1° ottobre con questa asta che si terrà a Prato e che sta coinvolgendo tantissime persone in ricordo di Luana D'Orazio.

Il 1° ottobre un'asta di opere d'arte con raccolta fondi per il bimbo di Luana D'Orazio
Attualità Prato, 23 Settembre 2021 ore 13:34

Una mobilitazione corale che ha coinvolto decine di artisti insieme all’Archivio Carlo Palli, alla Farsettiarte, alle istituzioni e a un gruppo di imprese e club service, permetterà di battere all’asta, il prossimo primo ottobre, circa 200 opere d’arte contemporanea. La Fondazione Opera Santa Rita, attraverso un conto corrente dedicato, devolverà interamente la cifra raccolta al bambino di Luana D’Orazio, la giovane donna che è rimasta uccisa nel tragico incidente sul lavoro avvenuto nel maggio scorso a Montemurlo.

Il 1° ottobre opere d'arte all'asta per raccogliere fondi in favore del figlio di Luana D'Orazio

L’iniziativa è stata presentata questa mattina, alla Farsettiarte di Prato, da Carlo Palli, Leonardo Farsetti, e Nicoletta Ulivi della Fondazione Opera Santa Rita alla presenza della madre di Luana, Emma. C’erano anche i rappresentanti delle istituzioni che hanno dato il loro patrocinio convinto: l’assessore alla Cultura del Comune di Prato, Simone Mangani, il sindaco del Comune di Montemurlo, Simone Calamai, e la consigliera Federica Palanghi della Provincia di Prato. “Mi auguro che in tanti partecipino all’asta – ha affermato Mangani – è un segno di vicinanza e solidarietà non certo un risarcimento”. Per il sindaco di Montemurlo, Calamai, “iniziativa è a un’occasione per riflettere sul dramma degli incidenti sul lavoro”. “stavolta l’arte è diventata uno strumento per tenere alta l’attenzione sulle morti nel lavoro”, ha messo in evidenza Palanghi.
“Dopo la morte di una figlia anche un solo morto sul lavoro sarebbe stato troppo – ha affermato la madre di Luana, ringraziando commossa tutti – Invece queste morti sono diventate tante, troppe”.

Anima dell’iniziativa – che è dedicata alla memoria di Luana - è Carlo Palli, collezionista, mercante d’arte e gallerista tra i più conosciuti, che ha lanciato un appello al mondo dell’arte. In poche settimane hanno risposto decine di artisti, non solo dall’Italia, che hanno inviato le loro opere per essere battute all’asta. In rappresentanza di tutti questa mattina saranno presenti anche alcuni di loro.

“La vicenda di Luana ci ha colpito moltissimo, questa ragazza così giovane morta mentre lavorava è diventata un po’ la figlia di tutti noi – ha messo in evidenza Carlo Palli – mi è sembrato naturale fare qualcosa per ricordarla pensando ad aiutare il suo bambino che crescerà senza di lei. Le artiste e gli artisti hanno risposto con grande generosità e ringrazio tutti, uno per uno. Del resto l’arte vera, quella migliore, è sempre profondamente legata alla realtà, anche quando da essa si astrae sperimentando e ricercando nuovi percorsi”.

La mobilitazione ha coinvolto anche numerose imprese che hanno scelto di dare il loro sostegno: Manteco, Vannucchi Arte, Art Hotel Museo, Lions club Prato Host, Lions club Castello dell’Imperatore, Wonderteks, Manifattura Maiano, Alisped, Palmucci, Centerchrome, Rotary club Prato Filippo Lippi, Rotary club Prato, Kiwanis Prato.

L’asta sarà battuta da Leonardo Farsetti. Per Farsettiarte questo è un nuovo impegno sul fronte della solidarietà: negli anni sono numerose le aste di beneficienza organizzate dalla casa pratese che ha sedi anche a Milano e Cortina. Non verranno applicate commissioni di vendita ai lotti. Le opere sono già in esposizione alla Farsettiarte, dal lunedì al venerdi con orario 9.30-13 e 15.30-19. Il catalogo, già consultabile on line sul sito www.farsettiarte.it, presenta opere molto diverse, dono di artiste e artisti di molteplici tendenze. Sarà possibile partecipare all’asta, che si terrà venerdì 1 ottobre alle 17,30, in presenza, live sulla piattaforma www.farsettiarte.it, e tramite commissioni scritte e telefoniche rivolgendosi anche a pallicollection@gmail.com