cronaca

Ricercato si presenta in Questura per chiedere il permesso di soggiorno e viene arrestato

Doveva scontare una condanna definitiva a 5 mesi di carcere per spaccio di droga.

Ricercato si presenta in Questura per chiedere il permesso di soggiorno e viene arrestato
Altro Firenze, 19 Gennaio 2021 ore 13:05

Ricercato si presenta in Questura per chiedere il permesso di soggiorno e viene arrestato

 

Si è presentato all’Ufficio Immigrazione della Questura di Firenze per richiedere il permesso di soggiorno, non sapendo di essere ricercato per scontare una condanna definitiva a 5 mesi di carcere per spaccio di droga – di lieve entità – commesso nel settembre 2012.

Quando il protagonista della vicenda, un cittadino marocchino di 40 anni, ieri mattina, ha portato in visione la propria documentazione per la pratica di soggiorno, gli agenti hanno subito scoperto che sull’uomo, ai tempi finito in manette e identificato sotto un ALIAS, pendeva un recente ripristino di un ordine di esecuzione per la carcerazione.

Intervenuta la Sezione Catturandi della Squadra Mobile, il 40enne è stato accompagnato a Sollicciano in esecuzione del provvedimento, emesso lo scorso ottobre, dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’Appello di Firenze.

Come funziona il rinnovo del permesso

I  rinnovi dei permessi di soggiorno dovranno essere richiesti entro 60 giorni dalla scadenza che, in virtù delle disposizioni del “Cura Italia”, è slittata al 31 agosto 2020.

È consigliabile tuttavia verificare se la Questura di competenza ha già ripreso la normale attività, al fine di fissare un appuntamento per il rinnovo del permesso. Questo in considerazione dell’enorme mole di lavoro che si riverserà sulle strutture competenti a partire dal 1º settembre 2020.

Numerose questure stanno riprendendo l’attività di consegna dei permessi di soggiorno già disponibili prima dell’emergenza COVID-19, riservandosi di comunicare successivamente gli orari di apertura al pubblico per le pratiche di richiesta o rinnovo, che comunque dovranno svolgersi nel rispetto delle misure di contenimento del virus.

Durante la proroga dei termini di scadenza dei permessi di soggiorno, il cittadino straniero mantiene ogni diritto connesso con la regolare presenza in Italia. Questo significa che è possibile, ad esempio, instaurare rapporti di lavoro o concludere contratti di locazione.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli